Brazzano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Brazzano
frazione
Brazzano – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia Giulia-Stemma.png Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaProvincia di Gorizia-Stemma.png Gorizia
ComuneCormons-Stemma.png Cormons
Territorio
Coordinate45°57′N 13°28′E / 45.95°N 13.466667°E45.95; 13.466667 (Brazzano)Coordinate: 45°57′N 13°28′E / 45.95°N 13.466667°E45.95; 13.466667 (Brazzano)
Abitanti247 200 (2001[1])
Altre informazioni
Cod. postale34071
Prefisso0481
Fuso orarioUTC+1
Cod. catastaleB125
Nome abitantibrazzanesi
PatronoSan Lorenzo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Brazzano
Brazzano

Brazzano (Breçan in friulano standard, Brezan in friulano goriziano[2], Bračan in sloveno[3]) è una frazione di Cormons in provincia di Gorizia, già comune autonomo fino al 1928. Vi si parla, oltre all'italiano, la lingua friulana.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

È situata nel Collio, celebre per i suoi vigneti. Il paese si trova al limite fra la pianura e la zona collinare, non lontano dalla longobarda Cividale, da Gorizia, da Aquileia e dal mare di Grado.

Sovrasta la zona, in posizione dominante, il colle dove si trova la chiesetta di San Giorgio, che era la chiesa del vecchio castello. Vi sono attorno i resti dell'antico cimitero.

Ad oriente del paese, nella piana, si trova il cimitero attuale, nel quale sono sepolti numerosi soldati stranieri della grande guerra.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fino alla prima guerra mondiale faceva parte dell'impero asburgico, trovandosi poco lontano dal fiume Iudrio, che segnava il confine fra l'Italia e l'Austria e scorre fra Brazzano e Visinale, che si trovava quindi in Italia "di là dal clap".

Il ponte di Brazzano sul torrente Judrio è stato teatro del primo fatto d'armi della prima guerra mondiale. Alle 22.40 circa del 23 maggio 1915, prima ancora che le ostilità iniziassero ufficialmente, i due finanzieri Pietro Dell'Acqua e Costantino Carta, incaricati di vigilare il ponte, scorsero alcuni guastatori austriaci intenzionati a minare l'importante infrastruttura strategica e decisero di aprire il fuoco. La mattina seguente furono rinvenuti sul ponte attrezzi da mina e carichi di dinamite. L'azione valse loro la medaglia di bronzo al valore militare.

Occupazioni[modifica | modifica wikitesto]

Nella zona si pratica soprattutto l'agricoltura con tutte le attività connesse, compreso l'agriturismo.

Celebri sono i vini della zona. Fra le maggiori produzioni locali ricordiamo due bianchi, il Tocai, oggi Friulano, e il Picolit, amatissimo da Francesco Giuseppe, ed un rosso, il Refosco dal peduncolo rosso.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

A Brazzano e Giassico, entrambe frazioni di Cormons, si celebra dal 18 al 20 agosto la Festa dei Popoli della Mitteleuropa, per la quale è stato creato il Vino della Pace.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 14º censimento generale della popolazione e delle abitazioni, Istat, 2001. [1]
  2. ^ Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana.
  3. ^ Občina Krmin - Statut[collegamento interrotto].
Friuli-Venezia Giulia Portale Friuli-Venezia Giulia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Friuli-Venezia Giulia