Biocovo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Biocovo
Makarska from port.jpg
La città croata di Macarsca col monte Biocovo alle spalle
Stato Croazia Croazia
Regione Regione spalatino-dalmata
Altezza 1 762 m s.l.m.
Catena Alpi Dinariche
Coordinate 43°19′48″N 17°03′00″E / 43.33°N 17.05°E43.33; 17.05Coordinate: 43°19′48″N 17°03′00″E / 43.33°N 17.05°E43.33; 17.05
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Croazia
Biocovo
Biocovo
Mappa di localizzazione: Alpi Dinariche
Biocovo

Il Biocovo[1][2] o Biocova (in croato Biokovo) è il secondo monte per altitudine della Croazia. Si trova lungo la costa dalmata a 57 chilometri in linea d'aria da Spalato e circa 110 da Ragusa, tra il corso del fiume Cetina e quello della Narenta. È la più alta cima dei Monti Albi.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La sua cima più alta è la vetta San Giorgio[3] (Sveti Jure), dove, nel comune di Macarsca, è ubicato uno dei più importanti e strategici impianti di ricezione radiotelevisiva della Croazia, che copre tutta la Croazia meridionale e parte dell'Erzegovina, facendo arrivare il segnale di HRT, Nova, RTL e tv locali anche, in caso di propagazione del segnale, sulla costa delle Marche, dell'Abruzzo e del Molise. Nelle giornate limpide dalla sua sommità è visibile il Gargano, che dista circa 170 km.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista a Luigi Miotto, in La nuova voce giuliana, n. 263, 16 giugno 2012.
  2. ^ Enzo De Felice, Il periodo fascista: stampa e opinione pubblica, vol. 2, Cappelli, 1965, p. 167.
  3. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, Lint Editoriale, Trebaseleghe (PD) 2008, p. 1154.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]