Bauli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bauli S.p.A.
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1922 a Verona
Fondata daRuggero Bauli
Sede principaleCastel d'Azzano (VR)
Filiali
Persone chiave
  • Alberto Bauli, presidente
  • Michele Bauli, presidente esecutivo
  • Stefano Zancan, amministratore delegato
  • SettoreAlimentare
    Prodottipanettoni, pandori, colombe, croissant, dolci di largo consumo
    Fatturato472,6 milioni di (2018)
    Utile netto10,2 milioni di (2018)
    Dipendenti1.412 (2017)
    Slogan«Fatti col cuore»
    Sito web
    Fabbricazione di pandori

    Bauli S.p.A. è un'azienda alimentare italiana di prodotti da forno come panettoni, pandori, colomba e cornetti, fondata a Verona nel 1922 dal pasticcere Ruggero Bauli. Tra le maggiori realtà industriali del settore, ha sede a Castel d'Azzano (VR).

    Storia[modifica | modifica wikitesto]

    Fu fondata da Ruggero Bauli nel 1922 a Verona. La quota di mercato Bauli nei cosiddetti prodotti da ricorrenza (colombe, pandori e panettoni) si attesta sul 25%[1] mentre quella nei cornetti da colazione è di oltre il 22%.[2]

    La superficie totale degli stabilimenti è pari a 420.000 m², di cui 54.000 m² disposti nei magazzini centrali presso i siti produttivi, [3] con un totale medio di 1214 dipendenti su 4 stabilimenti produttivi per complessive 31 linee di produzione e 27 centri distributivi.

    Il gruppo conta 170 tipologie di prodotto e 697 referenze nel mercato dei prodotti da forno.[4]

    La produzione si aggira sui 7 milioni di pandori, 8,2 milioni di panettoni tradizionali, circa 4 milioni di colombe tradizionali e 4 milioni di uova di cioccolato, 180 milioni di cornetti, oltre a merendine dei piccoli e altri prodotti a base di pasta sfogliata e biscotti.

    Nel 2004 Bauli ha acquistato l'azienda F.B.F. e nel 2006 l'azienda trevigiana Doria, produttrice dei biscotti Bucaneve, Atene e Doriano.

    Il 31 luglio 2009 Bauli ha acquisito dal gruppo Nestlé i prodotti da forno commercializzati con i marchi Motta, Alemagna, "Tartufone Motta", "Trinidad" e "Gran Soffice" e del connesso sito produttivo di San Martino Buon Albergo (VR).[5]

    Il 9 febbraio 2013 Bauli ha rilevato il gruppo Bistefani, produttore dei Krumiri.[6] Tre anni più tardi, nel marzo 2016, ha chiuso lo stabilimento di Casale Monferrato dell'azienda.[7]

    Nel novembre 2017 ha inaugurato la sua prima fabbrica di croissant in India, a Baramati, con un investimento di 34 milioni di euro. Il programma è di investire complessivamente 80 milioni in tre anni e fare dell'India il secondo mercato della Bauli.[8]

    Nel 2018 Bauli ha riportato un fatturato di gruppo pari a 472,6 milioni di , con un utile netto pari a 10,2 milioni di ed un EBITDA di 42,5 milioni di . [9]

    Sponsorizzazione[modifica | modifica wikitesto]

    Bauli ha sempre legato il proprio marchio al colore rosa delle confezioni. Si ricorda la lunga campagna pubblicitaria con la canzone Ba-ba Bauli, e altri slogan come È Natale, è Bauli e, dal 2005 la canzone natalizia A Natale puoi. Nel 2008 è stata lanciata la nuova canzone Prenditela morbida. Un'indagine demoscopica[10] riporta un indice di fiducia del 70% e del 97% di riconoscibilità spontanea del marchio. Bauli ha promosso insieme con la Federazione Italiana Nuoto il progetto di Dolce far Nuoto, che ha nella nuotatrice Alessia Filippi il suo testimonial ufficiale.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ Nielsen Market Track, su it.nielsen.com, 2007.
    2. ^ Fonte: Iri Infoscan
    3. ^ Sito ufficiale di Bauli Group, su bauligroup.it.
    4. ^ L'azienda Bauli: quote di mercato e profilo aziendale - Bauli Group
    5. ^ Bauli chiude con Nestlé "Compriamo per difenderci", su corrieredelveneto.corriere.it, 31 luglio 2009. URL consultato il 15 novembre 2017.
    6. ^ Alimentare: Bistefani passa alla Bauli, su ansa.it. URL consultato il 9 febbraio 2013.
    7. ^ La Bauli chiude lo stabilimento della Bistefani, su lastampa.it, 15 marzo 2016. URL consultato il 15 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 16 novembre 2017).
    8. ^ Bauli scopre l'India, su veronasera.it, 3 novembre 2017. URL consultato il 15 novembre 2017.
    9. ^ Bauli: il fatturato sale a quota 472 milioni, apre filiale a Singapore e punta sull'Asia, su agrisole.ilsole24ore.com, 27 dicembre 2018.
    10. ^ Fonte: Demoskopea

    Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]