Carica × pentagona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Babaco)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Carica pentagona
Babaco.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Brassicales
Famiglia Caricaceae
Genere Carica
Specie C. × pentagona
Nomenclatura binomiale
Carica × pentagona
Heilborn
Sinonimi

Vasconcellea × heilbronnii

Nomi comuni

Babaco

Il babaco (Carica × pentagona Heilborn[1], sin. Vasconcellea × heilbornii) è un ibrido naturale tra due specie di arbusti affini alla papaya (Carica papaya), Carica pubescens (sin. Vasconcellea curdinamarcensis) e Carica stipulata (sin. Vasconcellea stipulata), della famiglia delle Caricaceae.

Il frutto, apprezzato per l'alimentazione umana, ricorda nell'aspetto d'insieme un melone bianco, ma ha una sezione tipicamente pentagonale (un po' come i peperoni), fatto da cui viene il nome scientifico. Quando è maturo, ha un colore giallo striato di verde e un sapore che ricorda ananas e arancia; può raggiungere il peso di 2 kg. La buccia è sottile e mancano completamente i semi.

La pianta del babaco, originaria della foresta pluviale montana delle basse Ande in Ecuador e in Colombia, sopporta meglio della papaya temperature relativamente basse, anche di poco superiori allo zero. È stata perciò coltivata con successo in paesi come la Nuova Zelanda, Guernsey, nel Regno Unito e anche, con particolari precauzioni, in Italia (e persino nelle isole della Manica).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Carica × pentagona, in The Plant List. URL consultato il febbraio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Agraria.org