BSI SA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BSI
Logo
Stato Svizzera Svizzera
Tipo società anonima
Fondazione 1873 a Lugano
Sede principale Lugano
Gruppo BTG Pactual
Persone chiave Stefano Coduri, CEO
Settore banche
Prodotti
Slogan «Banchieri svizzeri da 140 anni.»
Sito web www.bsibank.ch

BSI SA è la banca più antica del Canton Ticino.

Fondata nel 1873 a Lugano come Banca della Svizzera Italiana, BSI SA è oggi un istituto bancario specializzato nel settore della gestione patrimoniale e nei servizi alla clientela privata e ai gestori esterni. Dal 1998 al 2014 l'istituto era parte del Gruppo Generali, una delle maggiori società assicurative a livello mondiale. A luglio 2014 il gruppo bancario brasiliano BTG Pactual comunica di aver sottoscritto un accordo definitivo per l'acquisizione del 100% di BSI.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 maggio 1873, in Piazza della Riforma a Lugano, l'allora Banca della Svizzera Italiana apre i suoi sportelli nel Palazzo ex-Pretorio. L'anno dopo BSI apre la prima Agenzia ticinese, a Locarno, che diventerà succursale nel 1914. A questa seguono quelle di Bellinzona, Mendrisio e Chiasso. Nel 1880 BSI si trasferisce nello storico Palazzo dei marchesi Riva, costruito nel 1747, dove ancora oggi ha sede la Direzione Generale.

Le principali tappe della storia BSI:

  • 1873: viene fondata la Banca della Svizzera Italiana.
  • 1881: BSI è l'unico Istituto di Credito in Ticino autorizzato a emettere biglietti di banca fino al 1907.
  • 1935: BSI apre una succursale a Zurigo e dispone di un seggio alla Borsa Svizzera.
  • 1969: inizia l'espansione internazionale.
  • 1973: anno del centenario; apre la succursale a St. Moritz.
  • 1975: BSI allarga il suo raggio d'azione alla Svizzera Romanda.
  • 1976: BSI apre la sua prima rappresentanza in Sud America, a Caracas, Venezuela.
  • 1981: apertura della rappresentanza di Hong Kong.
  • 1988: BSI estende la sua attività al Principato di Monaco.
  • 1998: Assicurazioni Generali di Trieste diventa azionista unico.
  • 2000: dal 1º gennaio Banca della Svizzera Italiana si chiama BSI SA; BSI apre la filiale di Losanna.
  • 2005: apre BSI Bank LTD a Singapore.
  • 2006: BSI acquisisce Banca Unione di Credito.
  • 2008: BSI acquisisce Banca del Gottardo e apre un ufficio di rappresentanza nel Bahrein.
  • 2011: espansione di BSI in Asia e ottenimento della licenza bancaria per l'apertura di una succursale a Hong Kong.
  • 2013: espansione di BSI in Italia e ottenimento della licenza bancaria per l'apertura di BSI Europe, la succursale italiana a Milano.
  • 2014: apertura della Filiale di Panama.
  • 2015: BSI Europe succursale italiana amplia la propria presenza in Italia con l'apertura della filiale di Como. Il 15 settembre BSI viene acquisita dal gruppo brasiliano BTG Pactual.

Acquisto di BSI da parte di BTG Pactual[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 luglio 2014 BTG Pactual ha acquistato BSI, transazione ultimata con successo il 15 settembre 2015,[1] a seguito dell'approvazione da parte della FINMA.

Prodotti e Servizi[modifica | modifica wikitesto]

Private banking[modifica | modifica wikitesto]

  • Mandati di gestione
  • Mandati personalizzati
  • Servizi di consulenza
  • Piano di accumulo fondi
  • Fondi d'investimento BSI
  • Servizio di selezione di fondi terzi
  • Investimenti alternativi
  • Prodotti strutturati
  • Negoziazione titoli, divise e monete
  • Servizi di custodia

Wealth Management[modifica | modifica wikitesto]

  • Financial Planning
  • Corporate Finance
  • Attività creditizia
  • Art Advisory

BSI e l'impegno culturale[modifica | modifica wikitesto]

La promozione della cultura costituisce per BSI un impegno forte e coerente, che mette in evidenza il suo interesse per le problematiche culturali e sociali. BSI si impegna a sostenere attraverso le sue Fondazioni l'arte, l'architettura, il progresso e la ricerca finanziaria.

BSI Gamma Foundation[modifica | modifica wikitesto]

BSI Gamma Foundation è stata creata per il 125º anniversario di BSI nel 1998, e promuove la ricerca teorica ed empirica nell'ambito dell'asset management e dei mercati finanziari. Vuole essere un ponte tra passato e futuro, e ha lo scopo di tradurre in pratica studi e teorie. Promuove conferenze e divulga i risultati delle ricerche effettuate al suo interno, attraverso concorsi che coinvolgono i ricercatori di tutto il mondo.

Fondazione del Centenario[modifica | modifica wikitesto]

Nata nel 1973 per festeggiare i primi cento anni di BSI, la Fondazione del Centenario promuove i rapporti italo-svizzeri. E lo fa attraverso l'assegnazione di riconoscimenti a persone o Enti che hanno contribuito a migliorare la collaborazione fra i due popoli. La fondazione sostiene lavori e pubblicazioni che favoriscono una migliore conoscenza, uno scambio di esperienze e un'importante cooperazione tra Italia e Svizzera.

BSI Art Foundation[modifica | modifica wikitesto]

BSI Art Foundation promuove l'arte e la cultura in tutte le sue forme. Organizza iniziative, mostre e manifestazioni in collaborazione con altri enti, dalle associazioni ai singoli artisti, dai musei nazionali alle realtà internazionali. Si occupa della pubblicazione di fascicoli, libri e cataloghi di interesse e contenuto artistico. Favorisce i giovani talenti e li sostiene con borse di studio. Per gli artisti già affermati istituisce fondi e contribuisce allo sviluppo delle loro potenzialità.

BSI Architectural Foundation[modifica | modifica wikitesto]

Dal dicembre 2006, BSI Architectural Fonudation si occupa della trasmissione dei valori nel campo dell'architettura. Con il BSI Swiss Architectural Award porta all'attenzione del pubblico e dei media gli architetti che attraverso il loro lavoro hanno dato un contributo rilevante alla cultura architettonica contemporanea. Due i requisiti fondamentali: la loro opera deve dimostrare una particolare sensibilità nei confronti dell'ambiente e devono avere meno di 50 anni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La BSI ora danza a ritmo di samba, gdp.ch, 16 settembre 2015. URL consultato il 28 novembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino