BSI SA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BSI
Logo
Stato Svizzera Svizzera
Tipo società anonima
Fondazione 1873 a Lugano
Sede principale Lugano
Gruppo EFG International
Persone chiave Thomas A. Mueller (CEO)
Settore banche
Prodotti
Slogan «Swiss bankers since 1873»
Sito web www.bsibank.com

BSI SA è la banca più antica del Canton Ticino.

Fondata nel 1873 a Lugano come Banca della Svizzera Italiana, BSI SA è oggi un istituto bancario specializzato nel settore della gestione patrimoniale e nei servizi alla clientela privata e ai gestori esterni. Dal 1998 al 2014 l'istituto era parte del Gruppo Generali, una delle maggiori società assicurative a livello mondiale. A luglio 2014 il gruppo bancario brasiliano BTG Pactual comunica di aver sottoscritto un accordo definitivo per l'acquisizione del 100% di BSI che viene poi finalizzata nel settembre 2015. Nel febbraio 2016 EFG International (SIX: EFGN), gruppo globale di private banking con sede a Zurigo, annuncia di aver trovato un accordo per l'acquisto da BTG Pactual. Insieme EFG e BSI diventano una delle maggiori banche private in Svizzera, con masse in gestione pari a circa 170 miliardi di CHF (al 31 dicembre 2015), acquisendo una posizione competitiva significativa nel mercato globale del wealth management in espansione. La finalizzazione della transazione ha avuto luogo il 1 novembre 2016.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 maggio 1873, in Piazza della Riforma a Lugano, l'allora Banca della Svizzera Italiana apre i suoi sportelli nel Palazzo ex-Pretorio. L'anno dopo BSI apre la prima Agenzia ticinese, a Locarno, che diventerà succursale nel 1914. A questa seguono quelle di Bellinzona, Mendrisio e Chiasso. Nel 1880 BSI si trasferisce nello storico Palazzo dei marchesi Riva, costruito nel 1747, dove ancora oggi ha sede la Direzione Generale.

Le principali tappe della storia BSI:

  • 1873: viene fondata la Banca della Svizzera Italiana.
  • 1881: BSI è l'unico Istituto di Credito in Ticino autorizzato a emettere biglietti di banca fino al 1907.
  • 1935: BSI apre una succursale a Zurigo e dispone di un seggio alla Borsa Svizzera.
  • 1969: inizia l'espansione internazionale.
  • 1973: anno del centenario; apre la succursale a St. Moritz.
  • 1975: BSI allarga il suo raggio d'azione alla Svizzera Romanda.
  • 1976: BSI apre la sua prima rappresentanza in Sud America, a Caracas, Venezuela.
  • 1981: apertura della rappresentanza di Hong Kong.
  • 1988: BSI estende la sua attività al Principato di Monaco.
  • 1998: Assicurazioni Generali di Trieste diventa azionista unico.
  • 2000: dal 1º gennaio Banca della Svizzera Italiana si chiama BSI SA; BSI apre la filiale di Losanna.
  • 2005: apre BSI Bank LTD a Singapore.
  • 2006: BSI acquisisce Banca Unione di Credito.
  • 2008: BSI acquisisce Banca del Gottardo e apre un ufficio di rappresentanza nel Bahrein.
  • 2011: espansione di BSI in Asia e ottenimento della licenza bancaria per l'apertura di una succursale a Hong Kong.
  • 2013: espansione di BSI in Italia e ottenimento della licenza bancaria per l'apertura di BSI Europe, la succursale italiana a Milano.
  • 2014: apertura della Filiale di Panama.
  • 2015: BSI Europe succursale italiana amplia la propria presenza in Italia con l'apertura della filiale di Como. Il 15 settembre BSI viene acquisita dal gruppo brasiliano BTG Pactual.
  • 2016: La FINMA approva la complessiva integrazione di BSI in EFG International.

Acquisto di BSI da parte di EFG International[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 febbraio 2016 EFG International ha acquistato BSI da BTG Pactual, transazione ultimata con successo il 1 novembre 2016.

Prodotti e Servizi[modifica | modifica wikitesto]

Private banking[modifica | modifica wikitesto]

  • Mandati di gestione
  • Mandati personalizzati
  • Servizi di consulenza
  • Piano di accumulo fondi
  • Fondi d'investimento BSI
  • Servizio di selezione di fondi terzi
  • Investimenti alternativi
  • Prodotti strutturati
  • Negoziazione titoli, divise e monete
  • Servizi di custodia

Wealth Management[modifica | modifica wikitesto]

  • Financial Planning
  • Corporate Finance
  • Attività creditizia
  • Art Advisory

BSI e l'impegno culturale[modifica | modifica wikitesto]

La promozione della cultura costituisce per BSI un impegno forte e coerente, che mette in evidenza il suo interesse per le problematiche culturali e sociali. BSI si impegna a sostenere attraverso le sue Fondazioni l'arte, l'architettura, il progresso e la ricerca finanziaria.

BSI Gamma Foundation[modifica | modifica wikitesto]

BSI Gamma Foundation è stata creata per il 125º anniversario di BSI nel 1998, e promuove la ricerca teorica ed empirica nell'ambito dell'asset management e dei mercati finanziari. Vuole essere un ponte tra passato e futuro, e ha lo scopo di tradurre in pratica studi e teorie. Promuove conferenze e divulga i risultati delle ricerche effettuate al suo interno, attraverso concorsi che coinvolgono i ricercatori di tutto il mondo.

Fondazione del Centenario[modifica | modifica wikitesto]

Nata nel 1973 per festeggiare i primi cento anni di BSI, la Fondazione del Centenario promuove i rapporti italo-svizzeri. E lo fa attraverso l'assegnazione di riconoscimenti a persone o Enti che hanno contribuito a migliorare la collaborazione fra i due popoli. La fondazione sostiene lavori e pubblicazioni che favoriscono una migliore conoscenza, uno scambio di esperienze e un'importante cooperazione tra Italia e Svizzera.

BSI Architectural Foundation[modifica | modifica wikitesto]

Dal dicembre 2006, BSI Architectural Fonudation si occupa della trasmissione dei valori nel campo dell'architettura. Con il BSI Swiss Architectural Award porta all'attenzione del pubblico e dei media gli architetti che attraverso il loro lavoro hanno dato un contributo rilevante alla cultura architettonica contemporanea. Due i requisiti fondamentali: la loro opera deve dimostrare una particolare sensibilità nei confronti dell'ambiente e devono avere meno di 50 anni.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino