Saldo primario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Avanzo primario)

Il saldo primario, nella contabilità nazionale, è la differenza tra le entrate e le spese delle amministrazioni pubbliche, escluse le spese per interessi passivi.

Nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Italia[modifica | modifica wikitesto]

Il settore, nelle amministrazioni pubbliche italiane. è suddiviso in tre sottosettori:

  • amministrazioni centrali che comprendono l'amministrazione dello Stato in senso stretto (i ministeri) e gli organi costituzionali; gli enti centrali con competenza su tutto il territorio del Paese (ANAS, Cri, CONI, CNR, Istat, Isae eccetera);
  • enti di previdenza che comprendono le unità istituzionali centrali e locali la cui attività principale consiste nell'erogare prestazioni sociali finanziate attraverso contributi generalmente a carattere obbligatorio (Inps, Inail eccetera)» (Istat, Annuario statistico italiano 2011, [1] e le loro spese al netto degli interessi corrisposti sul debito pubblico.

Modalità di calcolo[modifica | modifica wikitesto]

Se tale differenza è negativa, ovvero se le spese (escluse quelle per interessi) superano le entrate, si parla di disavanzo primario, altrimenti si parla di avanzo primario. Formalmente, quindi:

dove SP è il saldo primario, T le entrate (prevalentemente le imposte e i contributi sociali), G le spese al netto degli interessi. Se si è invece in situazione di pareggio di bilancio.

Se al saldo primario si aggiungono le spese per gli interessi sul debito pubblico, si ottiene il saldo del conto economico delle amministrazioni pubbliche, detto accreditamento (se positivo) o indebitamento (se negativo) netto, o anche, rispettivamente, surplus o avanzo pubblico, oppure deficit o disavanzo pubblico.

Ad esempio, il conto economico delle amministrazioni pubbliche presentava nel 2015 le seguenti voci principali:[2]

Conto economico delle amministrazioni pubbliche 2015
  milioni di euro  % del PIL
Entrate complessive (a) 784.041 50,7
Uscite complessive (b) 826.429 53,4
Spese per interessi passivi (c) 68.440 4,4
Uscite al netto degli interessi (d=b-c) 757.989
Avanzo (+) o Disavanzo (-) primario (a-d) +26.052 +1,7
Accreditamento (+) o Indebitamento (-) (a-b) -42.388 -2,7
Tabella riassuntiva del saldo primario in punti percentuali del PIL dal 2006 al 2015
anno  % del PIL
2006 +1,3[3]
2007 +3,5[4]
2008 +2,5[5]
2009 -0,6[6]
2010 -0,1[7]
2011 +1,0[8]
2012 +2,5[9]
2013 +2,0[10]
2014 +1,6[11]
2015 +1,5[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Glossario, pag. 766).
  2. ^ Istat, Annuario statistico italiano 2016, Capitolo 12 - Contabilità nazionale, Tavola 12.8, pag. 437. Il PIL 2015 ammonta a 1.547.233 milioni di euro.
  3. ^ Istat [1], pag 2
  4. ^ Istat [2], pag 2
  5. ^ Istat [3], pag 2
  6. ^ Istat [4], pag 2
  7. ^ Istat [5]
  8. ^ Istat [6]
  9. ^ Istat [7]
  10. ^ Istat [8]
  11. ^ Istat [9]
  12. ^ Istat [10]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]