Auditorium Oscar Niemeyer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Auditorium Oscar Niemeyer
AuditoriumdiRavello.JPG
Ubicazione
Stato Italia Italia
Località Ravello
Indirizzo Via della Repubblica, 12
Dati tecnici
Capienza 320 posti
Realizzazione
Costruzione 2008-2010
Architetto Oscar Niemeyer
Sito ufficiale

Coordinate: 40°39′04.59″N 14°36′51.96″E / 40.651275°N 14.614433°E40.651275; 14.614433

L'Auditorium Oscar Niemeyer di Ravello in Costiera Amalfitana e ha una capacità di 320 posti.

L'idea[modifica | modifica wikitesto]

L'idea di un auditorium a Ravello comincia nel luglio 2000. Il sindaco di Ravello decide di far progettare l'auditorium all'architetto brasiliano Oscar Niemeyer, che aveva costruito la nuova capitale del Brasile, Brasilia[1]. L'11 giugno 2002 davanti al notaio, Antonio Bassolino, Presidente della Regione Campania, Secondo Amalfitano, sindaco di Ravello, Alfonso Andria, presidente della Provincia di Salerno e il Presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Gabriello Mancini hanno costituito la Fondazione Ravello che ha come obiettivi lo sviluppo di Ravello e la costruzione dell'auditorium[2].

Il progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto è cominciato il 23 settembre 2000 nello studio di Oscar Niemeyer a Rio de Janeiro (Brasile)[3]. Local architect in fase di progetto preliminare è lo studio italiano Alvisi Kirimoto + Partners.

La costruzione[modifica | modifica wikitesto]

I lavori sono incominciati a ottobre 2008 e si sono conclusi nel gennaio 2010, ed è stato inaugurato il 29 gennaio 2010[4] alla presenza del presidente della regione Campania Antonio Bassolino[5]. Il 31 gennaio si è svolto il primo concerto nell'auditorium, aperto da Lucio Dalla[5].

Ospiti[modifica | modifica wikitesto]

Ospiti dell'Auditorium sono stati oltre a Lucio Dalla, l'Escola do Teatro Bolshoi no Brasil, il coro del teatro San Carlo di Napoli, il sassofonista Nicola Alesini e il direttore d'orchestra Salvatore Accardo[6]. A settembre prima sono stati ospiti molti magistrati italiani per il convegno degli Avvocati e Magistrati Italiani, organizatto dalla La.P.E.C. e in seguito il direttore d'orchestra Roman Vlad ha ricevuto il premio Wagner. Il 12 e il 13 si è esibito Toni Servillo con lo spettacolo Sconcerto.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

L'Auditorium Oscar Niemeyer di Ravello.

La costruzione dell'auditorium è stata criticata dall'associazione ONLUS per la difesa dei beni culturali, artistici e ambientali Italia Nostra che definisce l'auditorium un "abuso edilizio"[7].
Pochi mesi dopo l'apertura nel maggio 2010 l'auditorium è stato a rischio chiusura a causa di una controversia gestionale che ha portato all'interrogazione parlamentare di due deputati del PD, Ermete Realacci e Tino Iannuzzi al ministro per i Beni e le Attività Culturali, Sandro Bondi e al ministro per le Politiche Europee, Andrea Ronchi[8].

Anche il senatore del PDL Franco Cardiello ha chiesto un'interrogazione parlamentare al ministro per i Beni e le Attività Culturali, Sandro Bondi e al presidente del consiglio Silvio Berlusconi[9].

Il 20 dicembre 2010 l'Unione europea ha chiesto spiegazioni dopo aver già elargito 5 milioni di euro sui 16 totali dato che nell'auditorium si sono svolti solo due concerti e poi è stato nel 2010 quasi sempre chiuso.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia
  2. ^ Fondazione Ravello: Mission
  3. ^ Il progetto
  4. ^ L'auditorium di Ravello si apre con Dalla - Corriere del Mezzogiorno (edizione di Salerno), 29 gennaio 2010
  5. ^ a b Inaugurazione auditorium
  6. ^ Auditorium Ravello, inaugurazione con Accardo e Dalla
  7. ^ L'AUDITORIUM È UN ABUSO EDILIZIO. su patrimoniosos.it
  8. ^ Auditorium di Ravello, chiusura in vista - Realacci al Governo: «Intervenire subito»
  9. ^ Interrogazione di Cardiello (PdL) sull'Auditorium Niemeyer di Ravello
  10. ^ L'Unione Europea chiede spiegazioni sull'Auditorium di Ravello

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]