Artur Berger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Arthur Berger, conosciuto in seguito anche come Artur Semyonovich Berger (in russo Артур Семёнович Бергер) (Vienna, 27 maggio 1892Mosca, 11 gennaio 1981), è stato uno scenografo, regista e sceneggiatore austriaco che, nel 1936, emigrò nell'Unione Sovietica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Artur Berger nacque a Vienna nel 1892 da genitori israeliti. Sua madre era Pauline Beran, suo padre Simon Berger. Studiò grafica e arte a Vienna, dove ebbe come maestri i grandi architetti Josef Hoffmann e Oskar Strnad. Finiti gli studi, trovò lavoro insieme a suo fratello Josef e a Martin Ziegler a un progetto residenziale della Rotes Wien (Vienna la Rossa), come veniva chiamata in quegli anni la capitale austriaca che, dal 1918 al 1934, fu governata dai socialdemocratici.

Nel 1920, Berger passò a lavorare come architetto e scenografo per la Sascha-Film, la casa di produzione viennese fondata dal conte Sascha Kolowrat-Krakowsky. Lavorò alle scene di Prinz und Bettelknabe, una grossa produzione di Alexander Korda, versione cinematografica de Il principe e il povero. Curò le scenografie di alcuni film di Mihály Kertész, regista ungherese che sarebbe diventato in seguito famoso a Hollywood con il nome di Michael Curtiz. Firmò anche Café Elektric di Gustav Ucicky.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Scenografo (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Regista (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN301703808 · ISNI (EN0000 0004 0871 2563 · GND (DE1056822317