Il principe e il povero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Il principe e il povero (disambigua).
Il principe e il povero
Titolo originale The Prince and the Pauper
The Prince and the Pauper 1881 p20.jpg
Il principe incontra il povero
Autore Mark Twain
1ª ed. originale 1881
Genere romanzo
Sottogenere avventura
Lingua originale inglese
Ambientazione Inghilterra, XVI secolo
Protagonisti Edward (il principe)
Coprotagonisti Tom (il povero)

Il principe e il povero è un romanzo scritto nel 1881 da Mark Twain.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Inghilterra, XVI secolo: nello stesso giorno nascono due bambini dalle condizioni sociali opposte. Il primo è Edoardo VI, figlio del re Enrico VIII e erede al trono; il secondo è Tom Canty, figlio di un criminale e destinato ad una vita misera. Cresciuti, i due si incontrano e, entrambi stanchi del loro stile di vita, trovandosi molto simili nell'aspetto fisico si scambiano i "ruoli": Tom sarà il principe ed Edoardo il povero solo per un brevissimo periodo. Ma tutto si complica quando Edoardo viene costretto ad unirsi a dei banditi e rischia più volte la vita, finendo anche in prigione; Enrico VIII muore e Tom è costretto ad essere incoronato re d'Inghilterra. Dopo una serie di avventure Edoardo riuscirà a riprendersi il trono grazie all'aiuto di un cavaliere che lo aveva accolto, Miles Hendon, e Tom e la sua famiglia diventeranno i protetti del re e usciranno dalla loro difficoltà economica e dal loro squallore

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Principe Edward VI: futuro re d'Inghilterra.
  • Tom Canty: è un ragazzo dolce e intelligente
  • Sir Miles Hendon: cavaliere errante, non ha ne casa ne famiglia a causa delle macchinazioni del fratello che lo fece espellere. È un gentiluomo coraggioso e simpatico ed è anche molto affezionato a Edward
  • John Canty: padre di Tom. È un uomo volgare, violento e malvagio nonché un assassino.
  • Conte di Hertford: zio e tutore di Edward nonché amico del re Enrico
  • Elizabeth: sorella di Edward, è una ragazza bella, posata ed estremamente intelligente e molto gentile nei confronti del principe. In lei Tom trova un'amica e consigliera, e forse anche l'amore.
  • Jane: giovane cugina di Edward è carina, dolce e amabile ma non molto sveglia
  • Signora Canty: moglie di John Canty e madre di Tom, Nan e Bet. È una donna infelice e distrutta dai maltrattamenti del marito e dalla miseria in cui vive.
  • Hugo: braccio destro di John Canty. È un giovane crudele e avido e odia follemente Edward
  • Nan e Bet Canty: sono le sorelle maggiori di Tom e sono entrambe buone e semplici ma come la madre disperate.
  • Re Henry VIII: è il re d'Inghilterra, è ritenuto da tutti feroce e sanguinario ma ad Edward si rivolge in modo affettuoso.

Il tema del romanzo[modifica | modifica wikitesto]

Il tema affrontato nel libro è quello di come sia condizionata la vita di ogni ragazzo dall'ambiente e dalla famiglia in cui viene al mondo.

Tom Canty che pure è pieno di buona volontà, tanto che riesce a farsi un po' di cultura andando a lezione da un anziano sacerdote, è comunque condizionato dalla povertà della sua famiglia e dal fatto che il padre è un ladro. Il suo gesto di lealtà nei confronti del principe viene ricompensato con la nomina a guardia reale.

Il principe è costretto dai consiglieri di corte ad una vita di studio intenso, a seguire giornalmente lezioni di scherma... insomma a fare tutto quello che, a corte, era ritenuto importante per un sovrano. Egli si trova a vivere un'esperienza alla quale non è certo preparato. Ma poter verificare di persona quali siano le vere condizioni in cui vive la povera gente è sempre, per coloro che devono governare, una conoscenza utile per prendere decisioni che siano giuste e non danneggino i più poveri.

Adattamenti teatrali, musicali, cinematografici[modifica | modifica wikitesto]

Dal romanzo sono stati tratti (o sono stati ispirati) i seguenti spettacoli:[1]

Influenza culturale[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

  • In Gundam Origini di Yoshikazu Yasuhiko, Casval Rem Deikum (erede di Zen Deikum) e Char Aznable (il figlio dell'amministrazione della colonia Texas) sono identici d'aspetto meno il colore degli occhi. Durante la storia i due personaggi saranno scambiati svariate volte l'uno con l'altro dagli inseguitori di Casval e useranno la loro somiglianza per sfuggire a vari pericoli. Casval prenderà definitivamente il posto di Char alla fine della vicenda.

Animazione[modifica | modifica wikitesto]

L'incipit del romanzo è utilizzato come elemento narrativo in vari prodotti di animazione:

  • Ne La Corazzata Yamato, serie animata del 1974 di Leiji Matsumoto, e nel remake del 2012 Space Battleship Yamato 2199, l'umana Yuki Mori e la principessa aliena Yurisha Iscandar sono molto simili nell'aspetto fisico. Questa somiglianza è tale che Yuri Mori sarà considerata proprio Yurisha per un certo periodo (complice la sua amnesia e la sparizione di Yurisha). Con il risveglio di Yurisha le due donne verranno spesso scambiate l'una per l'altra in varie occasioni. Le due donne condividono la stessa doppiatrice.
  • In Turn A Gundam, serie animata del 1999 diretta da Yoshiyuki Tomino, si può trovare quasi la stessa medesima vicenda del romanzo. Kihel Heim (figlia di un imprenditore terrestre) e Dianna Soreil (regina della Luna) risultano indistinguibili anche agli occhi dei familiari ed amici più stretti. Per gioco si scambiano di "ruoli", nei piani per un solo giorno, ma eventi oltre il loro controllo porteranno lo scambio a protrarsi per quasi tutta la storia, con Kihel che si ritroverà improvvisamente regina del popolo invasore e Dianna che si ritroverà orfana in un paese in guerra. Le ragazze si continueranno a "scambiare" diverse volte lungo la serie, condividendo non solo l'aspetto fisico, ma anche ideali e linea morale, a tratti si considereranno una sola entità. Alla fine della storia le due si scambieranno definitivamente di ruolo. I due personaggi condividono la stessa doppiatrice.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Mark Twain, Il principe e il povero, piccoli milano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IMDb; IBDb; Thomas S. Hischak, American Literature on Stage and Screen (McFarland, 2012), pp. 184-86.
  2. ^ The New York Times (21 gennaio 1890)
  3. ^ "Cecil Spooner" in IMDb.
  4. ^ Laura Horak, Girls Will Be Boys: Cross-Dressed Women, Lesbians, and American Cinema, 1908-1934 (Rutgers University Press, 2016); "Marguerite Clark" in IMDb.
  5. ^ "The Prince and the Pauper" in IBDb.
  6. ^ "Tibor Lubinszky" in IMDb.
  7. ^ "Billy Mauch" e "Bobby Mauch" in IMDb.
  8. ^ "The Prince and the Pauper" in IMDb.
  9. ^ The Prince and the Pauper in IMDb.
  10. ^ The Prince and the Pauper in IMDb.
  11. ^ "Sean Scully" in IMDb.
  12. ^ "The Prince and the Pauper" in IMDb.
  13. ^ "Nicholas Lyndhurst" in IMDb.
  14. ^ "Mark Lester" in IMDb.
  15. ^ "The Prince and the Pauper" in IMDb.
  16. ^ "Summertime Switch" in IMDb.
  17. ^ "The Prince and the Pauper" in IMDb.
  18. ^ "Philip Sarson" in IMDb.
  19. ^ "The Prince and the Pauper in IMDb.
  20. ^ "The Prince and the Pauper" in IMDb.
  21. ^ Estonian National Opera.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN235238105 · LCCN: (ENno2006032654 · GND: (DE4718249-0 · NLA: (EN35028968