Argentina sphyraena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Argentina
Ecomare - kleine zilversmelt (kleine-zilversmelt-3192-ogb).jpgArsph u0.png
Argentina sphyraena
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Superordine Protacanthopterygii
Ordine Osmeriformes
Famiglia Argentinidae
Genere Argentina
Specie A. sphyraena
Nomenclatura binomiale
Argentina sphyraena
Linnaeus, 1758
Sinonimi

Argentina cuvieri
Valenciennes, 1848
Argentina hebridica
(Yarrell, 1839)
Argentina silus junior
Risberg, 1835
Argentina yarrelli
Valenciennes, 1848
Goniosoma argentinum
Costa, 1844
Osmerus hebridicus
Yarrell, 1839

Areale

Argentina sphyraena mapa.svg

L'argentina (Argentina sphyraena Linnaeus, 1758) è un pesce di mare appartenente alla famiglia Argentinidae.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ha occhi grandi, testa grande e bocca piccola e la sagoma è slanciata. Le pinne dorsali sono due, la seconda è adiposa e molto piccola, la prima è a base breve e non tanto alta, altrettanto piccole sono le altre pinne. Le pinne ventrali sono molto arretrate e si inseriscono alla metà della pinna dorsale, le pinne pettorali sono inserite molto in basso. La pinna caudale è forcuta. Il margine dell'opercolo branchiale è ondulato (liscio nell'affine Glossanodon leioglossus).

La livrea è grigiastra con riflessi argentei sulla testa e lungo i fianchi. Sopra la linea laterale c'è una linea nera.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di invertebrati bentonici.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Si riproduce in inverno deponendo uova pelagiche.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie, comune nei mari italiani ma rara in Adriatico, è presente in tutto il mar Mediterraneo occidentale e nell'Oceano Atlantico orientale tra Gibilterra e la Norvegia.

Vive nei pressi di fondi fangosi tra i 100 ed i 700 metri di profondità.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Specie simili[modifica | modifica wikitesto]

Il Glossanodon leioglossus (Argentina lingua liscia) è molto simile, ma si può riconoscere per il bordo dell'opercolo liscio, per i denti palatini e linguali meno numerosi e per i raggi delle pinne pettorali meno numerosi.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Si cattura con frequenza con le reti a strascico. Ha carni delicate ed è un componente delle fritture di paranza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Argentina sphyraena, su FishBase. URL consultato il 29 luglio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Costa F. Atlante dei pesci dei mari italiani Mursia 1991 ISBN 8842510033
  • Louisy P., Trainito E. (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 888039472X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]