Archelon ischyros

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Archelon)
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Archelon
Archelon BW.jpg
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Testudines
Sottordine Cryptodira
Superfamiglia Chelonioidea
Famiglia Protostegidae
Genere Archelon
Specie A. ischyros
Nomenclatura binomiale
Archelon ischyros

L'archelone (Archelon ischyros), il cui nome significa "vecchia tartaruga", è una specie di tartaruga marina estinta, la più grande mai esistita.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il più grosso scheletro finora trovato è lungo 4 m e largo 5 m. Il peso di questi animali era di 2,2 tonnellate.

Parenti dell'odierna tartaruga liuto, gli Archelon erano però molto differenti dalla loro discendente: prima di tutto non potevano ritirarsi nel guscio, rendendole prede di rettili come il Tylosaurus; inoltre, avevano delle piccole "unghie" sulle estremità delle pinne, segno della loro parentela con le tartarughe di terra. Il guscio e le pinne erano ricoperte da pelle simile a gomma. Essa muoveva le pinne non avanti e in dietro bensì, come plesiosauri, moderne tartarughe e pinguini, su e giù. Si estinsero circa 65 milioni di anni fa, come gran parte della fauna cretacica.

Cibo[modifica | modifica wikitesto]

Il cibo preferito dell'Archelon erano tutte le creature marine prive di guscio come meduse e ctenofori, il veleno di queste creature non riusciva ad irritare le mandibole e la pelle della bocca.

Cranio[modifica | modifica wikitesto]

Un cranio di una tartaruga possiede molte ossa in meno che in altri rettili. L'Archelon aveva la mascella inferiore a becco d'aquila.

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Le tartarughe odierne "sonnecchiano" sul fondale per ore o giorni interi, le loro funzioni rallentano e una boccata d'aria basta per parecchie ore. Molti studiosi suppongono che l'Archelon "sonnecchiasse" andando, ogni due o tre ore, in superficie per prendere una boccata d'aria. Usando questa tecnica poteva superare l'inverno senza molte difficoltà.

Probabilmente le femmine migravano ogni anno verso spiagge adatte alla riproduzione in cui deponevano le uova nella sabbia calda.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

L'archelone è stato ritrovato in Nordamerica, specialmente in Dakota del Sud e Kansas [1]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Dinosauri nella cultura di massa § Archelon.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dinosauri e altre creature preistoriche

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]