Ara autocthones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ara di Saint Croix
Immagine di Ara autocthones mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EX it.svg
Estinto (IV secolo d.C. ca.)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Sottofamiglia Arinae
Genere Ara
Specie Ara autocthones
Nomenclatura binomiale
Ara autocthones
Wetmore, 1937
Areale

Saint-Croix-Macaw-Distribution.png

L'ara di Saint Croix (Ara autocthones Wetmore, 1937) è una specie estinta di pappagallo vissuta nelle isole caraibiche di Saint Croix e di Porto Rico.[1]

Fu originariamente descritta da Alexander Wetmore nel 1937 in base al ritrovamento nel 1934 in un sito archeologico di Saint Croix di ossa subfossili databili al IV secolo d.C. da parte di L. J. Korn. Il luogo di origine della specie è ignoto perché i pappagalli venivano di solito scambiati con regolarità tra gli indigeni delle varie isole caraibiche.

Estinzione[modifica | modifica wikitesto]

Disegno anatomico dello scheletro di un pappagallo da parte di Richard Lydekker. Le ossa subfossili ritrovate nell'isola di Saint Croix sono frammenti delle ossa colorate in rosso nell'immagine

Le cause dell'estinzione dell'ara autocthones sono sconosciute, anche se alcuni studiosi reputano che siano legate all'arrivo degli uomini nelle isole dove questi pappagalli vivevano[2]. Il ritrovamento delle ossa subfossili di questa specie tra i rifiuti di un insediamento di indigeni nativi americani dell'isola di Saint Croix fa infatti presumere che questo genere di pappagalli fosse utilizzato come cibo[3].

Le ossa subfossili sono databili intorno al 300 d.C., il che implica che l'estinzione di questi uccelli sia avvenuta successivamente[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Psittacidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 19 maggio 2014.
  2. ^ Matthew I. Williams, David W. Steadman, The historic and prehistoric distribution of parrots (Psittacidae) in the West Indies (PDF), in Woods, Charles A. and Florence E. Sergile (eds.) (a cura di), Biogeography of the West Indies: Patterns and Perspectives, 2nd, Boca Raton, Florida, CRC Press, 2001, pp. 175–189, ISBN 0-8493-2001-1 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2014).
  3. ^ Steve Nicholls, Paradise found: nature in America at the time of discovery, Chicago, University of Chicago Press, 2009, p. 263, ISBN 978-0-226-58340-2.
  4. ^ Storrs L. Olson, Edgar J. Máiz López, New evidence of Ara autochthones from an archeological site in Puerto Rico: a valid species of West Indian macaw of unknown geographical origin (Aves: Psittacidae) (PDF), in Caribbean Journal of Science, vol. 44, nº 2, 2008, pp. 215–222.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]