Amerigo Guasti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amerigo Guasti in posa per una cartolina di inizio Novecento

Amerigo Guasti (Montespertoli, 1872Busto Arsizio, 16 marzo 1926) è stato un attore italiano di teatro e cinema attivo fra il 1890 e 1926.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Amerigo Guasti, nasce nel 1872 a Montespertoli in provincia di Firenze. Dopo aver lavorato come marinaio per un breve periodo, s'iscrive alla Regia Scuola di Recitazione "Tommaso Salvini" di Firenze, istituto diretto da Luigi Rasi, ed esordisce nel teatro nel 1890.

Tra le sue rappresentazioni teatrali di maggior successo sono ricordati: Il piccolo caffè di Tristan Bernard, La pace in famiglia di Georges Courteline, Il Re e ne L'asino di Buridano di Robert de Flers e Gaston Arman de Caillavet, Le campane di San Lucio di Giovacchino Forzano, La morte degli amanti di Luigi Chiarelli, Un letto di rose di Giuseppe Adami.

Tra il 1905-1906, fondò con l'attrice Dina Galli, una sua compagnia teatrale che dovette sciogliersi dopo la sua morte.

I suoi ruoli furono soprattutto dei personaggi brillanti, che Guasti li interpretò con una sobrietà piuttosto rara negli attori dello stesso genere di quel periodo.

Ebbe anche alcune esperienze cinematografiche, tra cui si ricorda L'ammiraglia (1914), con la regia di Nino Oxilia e in Le nozze di Vittoria (1917), con la regia di Ugo Falena.

Muore il 16 marzo 1926 nell'Ospedale Civile di Busto Arsizio.

Nel Comune di Roma, nel quartiere della Serpentara, esiste una via dedicata a Guasti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Augusto De Angelis, Dina Galli ed Amerigo Guasti: vent'anni di vita teatrale italiana (1923)
  • Amerigo Guasti, Dal buco del sipario (1926) - Mondadori

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN63547744 · ISNI: (EN0000 0000 3912 4095 · LCCN: (ENno00017313 · GND: (DE116907908 · BAV: ADV12637650