Amazon Studios

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amazon Studios
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaSussidiaria
Fondazione16 novembre 2010
Sede principaleCulver City
GruppoAmazon.com
ControllatePrime Movies[1]
Metro-Goldwyn-Mayer[2]
United Artists
Orion Pictures
MGM Television
Persone chiaveJennifer Salke (amministratore delegato)[3]
SettoreIntrattenimento
Prodotti
Sito webstudios.amazon.com/

Amazon Studios è una casa di produzione e distribuzione cinematografica e televisiva statunitense, sussidiaria di Amazon.com.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 novembre del 2010 Amazon.com lancia Amazon Studios con l'intento di scoprire nuovi talenti e sviluppare lungometraggi. Insieme alla creazione dello studio, Amazon ha annunciato un accordo con la Warner Bros. per la coproduzione dei propri film.[4]

Nel luglio 2015, Amazon ha annunciato di aver acquisito il nuovo film di Spike Lee Chi-Raq, come primo film originale di Amazon.[5][6][7]

Nel 2012 ha pubblicato la sua prima e unica serie di fumetti, Blackburn Burrow come download gratuito.[8] All'interno del fumetto c'era un sondaggio che consentiva allo studio di raccogliere feedback per determinare se valesse la pena adattarlo in un film.[8]

Nel settembre 2012, Amazon Studios aveva ricevuto più di 10 000 candidature per sceneggiature di lungometraggi.[8] Alla fine del 2016, ha riorganizzato la sua divisione cinematografica in Prime Movies.[9]

Il 27 luglio 2017 è stato annunciato che, a partire dall'uscita di dicembre 2017 La ruota delle meraviglie - Wonder Wheel, Amazon Studios avrebbe anche distribuito autonomamente le proprie produzioni: in precedenza si era sempre affidata a studi esterni per distribuire i propri progetti.[10] La società ha anche acquisito i diritti televisivi globali di Il Signore degli Anelli per 250 milioni di dollari.[11] Tuttavia, Amazon ha ancora clienti di distribuzione esterni al di fuori degli Stati Uniti, come Elevation Pictures in Canada, Warner Bros. e StudioCanal nel Regno Unito e in Francia.

Nell'aprile 2018 ha annunciato che non avrebbe più accettato l'invio di sceneggiature.[12]

Nel maggio 2021, Amazon ha avviato trattative per acquisire Metro-Goldwyn-Mayer. Il 26 maggio 2021 è stato annunciato che lo studio sarebbe stato acquisito da Amazon per 8,45 miliardi di dollari, previa approvazione normativa, continuando a operare come etichetta insieme ad Amazon Studios e Amazon Prime Video.[13]

Nel settembre 2021, è stato annunciato che Brian Otaño ha firmato un accordo con Amazon Studios.[14] Sempre a settembre, Eddie Murphy ha firmato un contratto cinematografico con Amazon Studios.[15] Nell'ottobre 2021, AGBO ha firmato un contratto per tre film con Amazon che include un reboot di Poltergeist, Battle of the Planets e The Electric State.

Il 17 marzo 2022 viene annunciata ufficialmente l'acquisizione di Metro-Goldwyn-Mayer e di tutte le sue proprietà (MGM Television, United Artists, Orion Pictures).[16][17][18]

Produzioni originali[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Serie televisive di Prime Video, Categoria:Miniserie televisive di Prime Video, Categoria:Film Amazon Studios e Categoria:Serie televisive di Amazon Studios

Note[modifica | modifica wikitesto]

 

  1. ^ Nellie Andreeva, Amazon Studios Comedy Chief Joe Lewis Adds Drama Oversight, Morgan Wandell To Head International Productions, su Deadline, 17 ottobre 2016.
  2. ^ (EN) Amazon And MGM Close $8.5 Billion Merger.
  3. ^ Lumb, David, NBC's Jennifer Salke is the new Amazon Studios chief, su Engadget, 10 febbraio 2018.
  4. ^ (EN) Amazon.com Launches Amazon Studios -- a New Online Business to Discover New Talent and Develop Motion Pictures, 16 novembre 2010.
  5. ^ Amazon Studios acquiring Spike Lee film as its 1st release, in The Denver Post, 15 luglio 2015. URL consultato il 15 luglio 2015.
  6. ^ (EN) Spike Lee's Chiraq gets Amazon release – and Oscars push, su The Guardian. URL consultato il 27 febbraio 2018.
  7. ^ Arjun Kharpal, Spike Lee directs Amazon's first ever movie, in CNBC, 16 luglio 2015. URL consultato il 27 febbraio 2018.
  8. ^ a b c Fritz, Ben, Amazon Studios going into comics, in Los Angeles Times, 12 settembre 2012. URL consultato il 12 settembre 2012.
  9. ^ (EN) Amazon Studios Comedy Chief Joe Lewis Adds Drama Oversight, Morgan Wandell To Head International Productions, su Deadline.
  10. ^ Amazon Moves Into Self-Distribution With Woody Allen's 'Wonder Wheel' (EXCLUSIVE), in Variety, 27 luglio 2017. URL consultato il 29 settembre 2017.
  11. ^ (EN) Amazon's $1bn bet on Lord of the Rings shows scale of its TV ambition, su The Guardian.
  12. ^ (EN) Amazon Studios Shuts Down Open Script-Submission Program, su Variety. URL consultato l'8 novembre 2018.
  13. ^ (EN) Todd Spangler e Brent Lang, Amazon Buys MGM, Studio Behind James Bond, for $8.45 Billion, in Variety, 26 maggio 2021. URL consultato il 26 maggio 2021.
  14. ^ (EN) Amazon Studios Inks Overall Deal with TV Scribe & Playwright Brian Otaño, su Deadline. URL consultato il 2 settembre 2021.
  15. ^ (EN) Eddie Murphy Signs Three-Picture & First-Look Film Deal With Amazon Studios, su Deadline Hollywood.
  16. ^ Amazon ha comprato gli studios Mgm, l'industria del cinema ha un nuovo campione, su Agi. URL consultato il 9 agosto 2022.
  17. ^ Redazione Economia, Mgm Studios ad Amazon per 8,45 miliardi: sfida a Netflix e Disney+, su Corriere della Sera, 26 maggio 2021. URL consultato il 9 agosto 2022.
  18. ^ Condé Nast, Perché Amazon ha acquisito la Mgm, su Wired Italia, 18 marzo 2022. URL consultato il 9 agosto 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5146332838618730228 · LCCN (ENno2016050841 · J9U (ENHE987007392983605171 · WorldCat Identities (ENlccn-no2016050841