Alluvioni in Europa del luglio 2021

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alluvione in Europa occidentale del luglio 2021
disastro naturale
Geul-overstroming juli 2021 (55).jpg
Città della Renania-Palatino allagata dalle inondazioni
TipoAlluvione
Data inizio15 luglio 2021
Data fine22 luglio 2021
LuogoGermania Germania
Belgio Belgio
Paesi Bassi Paesi Bassi
Italia Italia
CausaForti piogge, da accertare il nesso con il cambiamento climatico
Conseguenze
Morti212
Feriti618
Dispersi1 300
Beni distruttiEdifici e ponti
Area coinvoltaEuropa occidentale
Danni30 000 000 

Nel luglio 2021 in Europa si sono verificate alluvioni che hanno causato 180 vittime in Germania[1], 37[2] in Belgio e una in Italia.[3]

In Belgio[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 luglio i cittadini di Liegi delle aree più vicine al fiume Mosa sono stati invitati dalle autorità ad evacuare o a rifugiarsi nei piani alti per timore che il fiume potesse straripare.[4] Inoltre nei giorni precedenti l'alluvione è stato probita la circolazione nel centro della città di qualsiasi veicolo privato, tranne che per lasciare la stessa.[5] Il 16 luglio, l'ordine di evacuare è stato esteso a diverse cittadine della provincia del Limburgo.[6] Nei giorni dell'alluvione, diverse città della provincia di Liegi e della provincia di Namur sono rimaste senza acqua potabile.[7] Circa 41 000 persone nella Vallonia sono rimaste senza elettricità.[8] In tutto il Belgio diversi edifici sono collassati in seguito all'erosione delle fondamenta causata dall'inondazione. Nella cittadina di Pepinster i crolli hanno causato venti morti. Anche la città di Vervies è stata particolarmente colpita dal maltempo, dal momento che più di diecimila residenti hanno dovuto lasciare le proprie case, divenute inagibili per le alluvioni. In seguito, diversi sciacalli si sono intrufolati nelle case per derubare ciò che era rimasto dentro.[senza fonte]

Il primo ministro belga Alexander De Croo ha dichiarato una giornata di lutto nazionale per il 20 luglio.[9]

Nei Paesi Bassi[modifica | modifica wikitesto]

Nel Limburgo la Mosa ha fatto segnare il più alto livello idrometrico mai raggiunto nelle ultime cento estati, paragonabile ai livelli raggiunti negli inverni del 1993 e del 1995, quando furono disposte evacuazioni di massa.[10] Il 16 luglio le autorità hanno iniziato ad evacuare i cittadini della provincia di Limburg nonché delle comunità di Belfeld, Steyl e Arcen ricorrendo anche all'intervento dell'esercito.[11]

A Valkenburg aan de Geul, dopo che l'inondazione si è ritirata, i danni sono stati stimati in circa quattrocento milioni di euro, relativi per metà a danni fisici e per metà alla sospensione delle attività economiche.[12]

In Germania[modifica | modifica wikitesto]

Con un bilancio di 184 morti,[13] questa ondata di maltempo è stata la peggiore che abbia conosciuto il paese teutonico dal 1962.[14] Circa 135 persone sono decedute nella Renania-Palatinato (la maggior parte delle quali nel distretto di Ahrweiler)[13]), 47 nella Renania Settentrionale-Vestfalia (ventisette dei quali a Euskirchen) e due in Baviera. Tra i morti anche quattro vigili del fuoco. Westnetz, la più grande azienda tedesca specializzata nella distribuzione di energia elettrica in Germania, ha dichiarato che il 15 luglio circa duecentomila abitazioni nella Renania Settentrionale erano rimasti senza elettricità[15]. Di questi, circa la metà sono rimasti senza fornitura energetica anche il giorno successivo.[13] Circa quindicimila persone in tutto il paese tra polizia, esercito e protezione civile sono state dislocate in tutta Germania per le operazioni di ricerca e soccorso.[9]

Il 15 luglio Deutsche Bahn ha sospeso i servizi su 600 km di linea ferroviaria nella Renania Settentrionale-Vestfalia.[16] Ad essere sospesa è stata anche la tratta tra Dresda e Praga.[17]

Piogge intense hanno causato inondazioni anche negli stati del Baden-Wurttemburg e in Sassonia, dove una persona risulta scomparsa.[18]

Altre intense piogge il 17 luglio hanno causato disastri in Baviera, dove l'esondazione del fiume Berchtesgadener Ache ha causato un morto e il danneggiamento dell'impianto di slittino LOTTO Bayern Eisarena Königssee.[19]

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

L'ondata di maltempo che ha colpito l'Europa centrale si è abbattuta anche nell'Italia nord-orientale, portandosi con sé violenti grandinate e nubifragi. Il 22 luglio 2021 una violenta tempesta ha distrutto raccolti d'annata e coltivazioni, danneggiando in particolare circa 600 ettari di meleti e 600 ettari di vigneti. I danni economici sono stati mitigati dal fatto che molti agricoltori che hanno subito devastazioni avevano stipulato assicurazioni contro i danni da maltempo.[20]

Connessione con il cambiamento climatico[modifica | modifica wikitesto]

Le inondazioni sono accadute dopo un'insolita ondata di caldo in tutta Europa, e gli scienziati credono che il cambiamento climatico porti con sé un aumento dei fenomeni atmosferici estremi,[21][22][23] già da prima di queste alluvioni.[24][25] Le pioggie sarebbero più consistenti in virtù del fatto che l'incremento della temperatura globale causerebbe una maggiore evaporazione di acqua marina e quindi più acqua nell'atmosfera.[26][27][28]

Antonio Navarra, climatologo all'università di Bologna e presidente del Centro euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici ha riferito che c'è una correlazione nettamente positiva tra emissioni di CO2 nell'atmosfera e intensità di piogge, siccità e ondate di caldo.[29]

Anche se sotto un certo punto di vista eventi alluvionali e forti precipitazioni sono sempre esistiti all'interno della variabilità meteorologica, quanto accade su scala più vasta con riferimento al puro fenomeno locale potrebbe avere un nesso con i cambiamenti climatici in atto, la posizione ufficiale è ancora da approfondire.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alluvioni Europa, oltre 180 vittime. Merkel visita i luoghi del disastro: "Immagini spettrali", su rainews. URL consultato l'8 agosto 2021.
  2. ^ Belgium raises flood death toll to 37, further six missing, su Reuters, 22 luglio 2021. URL consultato l'8 agosto 2021.
  3. ^ Maltempo al Nord, danni e una vittima in Veneto. Albero cade su una funivia, su Rainews.
  4. ^ (EN) 'Leave if you can': Mayor of Liège seeks to evacuate city, in The Brussels Times, 15 luglio 2021. URL consultato il 15 agosto 2021.
  5. ^ (FR) Huit morts et une partie de la ville de Liège évacuée après les inondations, in 20 minutes. URL consultato il 15 agosto 2021.
  6. ^ (EN) Damage severe weather: At least 14 dead, four missing and thousands without electricity, in The Brussels Times, 16 luglio 2021. URL consultato il 10 agosto 2021.
  7. ^ (EN) Severe rainfall: Tap water in some Walloon municipalities now undrinkable, in The Brussels Times, 15 luglio 2021. URL consultato il 10 agosto 2021.
  8. ^ (FR) Inondations en Wallonie: au moins 23 morts, plus de 41.000 ménages sans électricité, in Le Soir, 16 luglio 2021. URL consultato il 15 agosto 2021.
  9. ^ a b (EN) Europe floods: At least 120 dead and hundreds unaccounted for, in BBC News, 16 luglio 2021. URL consultato il 15 agosto 2021.
  10. ^ (EN) Maas river keeps rising, death toll increases in Germany, Belgium, in DutchNews, 15 luglio 2021. URL consultato il 15 agosto 2021.
  11. ^ (DE) Notstand ausgerufen: Tausende Menschen in den Niederlanden fliehen vor Hochwasser, in Frankfurter Allgemeine Zeitung, 16 luglio 2021. URL consultato il 10 agosto 2021.
  12. ^ Flood damage in Valkenburg estimated at €400 million; 700 families displaced, in NL Times, 21 luglio 2012.
  13. ^ a b c (DE) Hochwasser aktuell: 82-Jähriger spendet zehnmal so viel wie FC Bayern, in Die Welt, 23 luglio 2021. URL consultato il 15 agosto 2021 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2021).
  14. ^ (DE) Tief „Bernd“: Deutschlands schlimmste Katastrophe der letzten 60 Jahre, in Frankfurter Rundschau. URL consultato il 15 agosto 2021.
  15. ^ (DE) Mehrere Tote und etwa 70 Vermisste bei Unwettern, in Die Zeit. URL consultato il 15 agosto 2021.
  16. ^ (EN) Dozens dead and missing as storms swamp western Germany, in CBS news. URL consultato il 10 agosto 2021.
  17. ^ (DE) Orte an der Mittelahr: Von der Außenwelt abgeschnitten, in Rhein-Zeitung, 16 luglio 2021. URL consultato il 15 agosto 2021.
  18. ^ (DE) Vermissten-Drama nach heftigem Unwetter: Person wird von Sturzflut mitgerissen - Überlebenschancen gering, in Frankfurter Rundschau, 15 luglio 2021. URL consultato il 15 agosto 2021.
  19. ^ (EN) @FILuge, Königssee Luge track destroyed by storm, su International Luge Federation. URL consultato il 12 agosto 2021.
  20. ^ Grandine in Anaunia e in Rotaliana, il sopralluogo dell’assessore Zanotelli, in TrentoToday, 23 luglio 2021. URL consultato il 15 agosto 2021.
  21. ^ (EN) As floods hit western Europe, scientists say climate change hikes heavy rain, su Reuters, 17 luglio 2021. URL consultato il 12 agosto 2021.
  22. ^ (EN) What is causing the floods in Europe?, su the Guardian, 16 luglio 2021. URL consultato il 12 agosto 2021.
  23. ^ (EN) Hope Talbot, What role does climate change play in Germany's severe flooding?, su euronews, 15 luglio 2021. URL consultato il 12 agosto 2021.
  24. ^ (EN) Henry Fountain e John Schwartz, ‘It Is All Connected’: Extreme Weather in the Age of Climate Change, in The New York Times, 16 luglio 2021. URL consultato il 15 agosto 2021. La lettura di questo articolo è a pagamento.
  25. ^ (EN) Climate change blamed for devastating German floods, in Financial Times. URL consultato il 12 agosto 2021. La lettura di questo articolo è a pagamento.
  26. ^ (DE) Die Unwetter in Deutschland: Ein Zusammenspiel von Wetterlage, Klimawandel und geografischen Eigenschaften der Region, in Neue Zürcher Zeitung, 17 luglio 2021. URL consultato il 15 agosto 2021.
  27. ^ (EN) Two major factors may explain why European flooding turned so deadly so fast, in NBC News. URL consultato il 12 agosto 2021.
  28. ^ (DE) Hochwasser: Welchen Einfluss hat der Klimawandel auf die Fluten?, in Handelsblatt. URL consultato il 15 agosto 2021.
  29. ^ Il climatologo: eventi estremi a causa del riscaldamento globale, in Rai News, 16 luglio 2021. URL consultato il 15 luglio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Catastrofi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di catastrofi