Allison Model 250

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Allison Model 250 / T63
Allison (MTU) 250 C20B.jpg
Un Allison 250-C20B costruito dalla MTU
Descrizione
Costruttore Stati Uniti Allison Engine Company
Regno UnitoRolls-Royce plc
Tipo turboalbero
Dimensioni
Lunghezza 0,59 m (23,2 in)
Larghezza 0,48 m (19 in)
Peso
A vuoto 78 kg (173 lb)
Prestazioni
Potenza da 310 kW (420 shp) a 533 kW (715 shp)
Utilizzatori Bell 206
MD Helicopters MD 500
MBB Bo 105
Sikorsky S-76
Note
dati estratti da[1]
voci di motori presenti su Wikipedia

L'Allison Model 250 (T63 nella variante militare), ora noto come Rolls-Royce M250, è una famiglia di motori aeronautici turboalbero, inizialmente sviluppati dalla statunitense Allison Engine Company nei primi anni sessanta. Il Model 250 è stato in seguito prodotto dalla britannica Rolls-Royce dopo aver acquisito la Allison nel 1995.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le prime versioni del motore vennero prodotte dalla Allison nell'ambito di un contratto assegnatole dalla US Army nel giugno del 1958 per lo sviluppo di un motore a turbina per piccoli elicotteri.[2]

Il successo di questa unità, confermato dalle numerose commesse militari ottenute, aprì la strada (dal 1967) alla versione civile denominata Allison 250, con il numero ad identificare la potenza (in cavalli vapore all'albero) di quella prima serie di motori.[2]

Sviluppo e tecnica[modifica | modifica sorgente]

Il primo prototipo, l'YT63, fu provato al banco nell'aprile 1959[2] e venne certificato dalla FAA il 19 dicembre 1962.[3]

Era costruito con una filosofia "modulare" secondo la quale le sezioni principali del motore (compressore, camera di combustione, turbina e scatola ingranaggi accessori) potevano essere sostituite in maniera indipendente le une dalle altre riducendo i tempi di manutenzione.[4]

Le configurazioni originarie erano basate su un compressore assiale (da quattro a sei stadi) collegato da un albero motore a due stadi di turbina di bassa pressione ed era seguito da uno stadio di compressore centrifugo collegato da un secondo albero concentrico al primo a due stadi di turbina assiale ad alta pressione. L'aria in uscita dal compressore veniva convogliata verso la camera di combustione situata nella parte posteriore del motore. I gas di scarico, dopo essersi espansi nelle turbine situate nella zona centrale del motore, venivano espulsi verso l'alto.[4]

Le versioni più recenti e di maggior potenza (Series IV) sono dotate di un controllo digitale FADEC e di un singolo stadio di compressore centrifugo in luogo del compressore misto assiale/centrifugo.[4]

Versioni[modifica | modifica sorgente]

250-C18
250-C18A
250-C20
250-C20B
250-C20F
250-C20J
250-C20R
250-C20R/1
250-C20R/2
250-C20R/4
250-C20S
250-C20W
250-C22B
250-C28
250-C28B
250-C28C
250-C30
250-C30G
250-C30G/2
250-C30M
250-C30P
250-C30R
250-C30R/3
250-C30R/3M
250-C30S
250-C30U
250-C34
250-C40B
250-C47B
250-C47M
250-B15
250-B15A
250-B15C
250-B17
250-B17B
250-B17C
250-B17D
250-B17F
250-B17F/1
250-B17F/2
T63A-5
T63A-5A
T63A-700
T63A-720
T703AD-700

Velivoli utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Altre Applicazioni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) M250 turboshaft, Rolls-Royce. URL consultato il 21 aprile 2011.
  2. ^ a b c (EN) Rolls-Royce Model 250 (United States), Aero-engines - Turboprop/Turboshaft, Jane's. URL consultato il 21 aprile 2011.
  3. ^ (EN) TYPE CERTIFICATE DATA SHEET NO. E10CE, FAA. URL consultato il 21 aprile 2011.
  4. ^ a b c (EN) M250 turboshaft, Rolls-Royce. URL consultato il 21 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]