Ali Stephens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ali Stephens
Altezza178[1] cm
Misure81-61-89[1]
Taglia36[1] (UE) - 6[1] (US)
Scarpe43[1] (UE) - 10.5[1] (US)
OcchiAzzurri/verdi
CapelliCastano chiaro

Alison Stephens, conosciuta anche come Ali Stephens (Salt Lake City, 10 maggio 1991), è una modella statunitense.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Scoperta dall'agenzia di moda Pulse Management nell'agosto 2007[2], Ali Stephens in seguito rivelerà che all'epoca non sapeva nulla del mondo della moda.[3] Dopo soltanto un mese di lavoro con la Pulse Management, la modella ottiene un altro contratto con la più prestigiosa Elite Model Management,[4] di New York. Il 25 settembre 2007, debutta sulle passerelle, sfilando per la collezione primavera/estate di Prada, durante la settimana della moda di Milano.[5]

In seguito la Stephens sfilerà anche con Balenciaga, Dries van Noten, Givenchy, Chanel, Kenzo, Nina Ricci, Miu Miu e Louis Vuitton e lavorerà come testimonial per Chloé, Missoni e Calvin Klein.[1] Ali Stephens è comparsa sulle riviste The New York Times, e l'edizione francese di Vogue, oltre ad essere stata sulla copertina di French Revue de Modes (ottobre 2008), Muse Italia (aprile 2008), W Corea (marzo 2008) e Numéro Corea (marzo 2009).[1]

Agenzie di moda[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h (EN) Ali Stephens, su Fashion Model Directory, Fashion One Group.
  2. ^ Portfolio at Pulse Management, su pulsemanagement.com. URL consultato il 15 aprile 2009 (archiviato dall'url originale il 26 aprile 2009).
  3. ^ Ali Stephens backstage
  4. ^ Portfolio at Elite Models[collegamento interrotto]
  5. ^ Why Not Models Archiviato il 30 aprile 2009 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]