Alfredo di Montenuovo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Alfred von Montenuovo)
Jump to navigation Jump to search
Alfredo
Alfred von montenuovo 1902.png
II Principe di Montenuovo
Nome completo Alfredo Adamo Guglielmo Giovanni Maria
Nascita Vienna, impero d'Austria, 16 settembre 1854
Morte Vienna, repubblica austriaca, 6 settembre 1927
Padre Guglielmo Alberto di Montenuovo
Madre Contessa Giuliana Batthyány von Németújvár
Consorte Contessa Francesca Kinsky von Wchinitz und Tettau
Figli Giuliana, Principessa di Oettingen-Oettingen
Maria Felicia, Contessa Franz von Ledebur-Wicheln
Ferdinando, III Principe di Montenuovo
Francesca, Principessa Leopold von Lobkowicz

Principe Alfredo di Montenuovo[1] (Vienna, 16 settembre 1854Vienna, 6 settembre 1927) è stato uno dei più alti funzionari di corte dell'imperatore Francesco Giuseppe I d'Austria. Tra i suoi antenati vi erano membri della famiglia Asburgo.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il principe Alfredo di Montenuovo nacque a Vienna nell'impero austriaco, come unico figlio maschio di Guglielmo Alberto di Montenuovo (1819–1895), figlio del conte Adamo Alberto di Neipperg e dell'arciduchessa Maria Luisa d'Austria, e di sua moglie, la contessa Giuliana Batthyány-Strattmann (1827–1871), figlia del conte Giovanni Battista Batthyány-Strattmann e della contessa Maria Esterházy de Galántha. Sua nonna paterna Maria Luisa fu l'imperatrice consorte di Napoleone Bonaparte dal 1810 al 1814 e duchessa di Parma dal 1814, sposò morganaticamente il nonno di Alfredo nel 1821.

Alfredo sposò il 30 ottobre 1879 a Vienna la contessa Francesca Kinsky von Wchinitz und Tettau (1861–1935), figlia di Ferdinando Bonaventura, VII principe Kinsky von Wchinitz und Tettau, e di sua moglie, la principessa Maria Giuseppa del Liechtenstein. Ebbero quattro figli:

  • principessa Giuliana Rosa di Montenuovo (15 novembre 1880 – 27 giugno 1961), (1) Sposò nel 1903 il conte Dionigi Maria Draskovich de Trakostjan, ebbe figli, divorziata sposò nel 1914 Carlo, principe di Oettingen-Oettingen e Oettingen-Wallerstein, senza figli.
  • principessa Maria Felicia di Montenuovo (20 ottobre 1881 – 10 agosto 1954), sposò nel 1909 il conte Francesco Maria von Ledebur-Wicheln, ebbe figli.
  • Ferdinando, III principe di Montenuovo (29 maggio 1888 – 2 maggio 1951), sposò nel 1927 la baronessa Elena Solymossy de Loós et Egervár, ebbe figli.
  • principessa Francesca di Montenuovo (22 agosto 1893 – 3 novembre 1972), sposò nel 1878 il conte Antonio Apponyi de Nagy-Appony, ebbe figli.

Il principe morì nel 1927 nel suo palazzo al numero 6 di Löwelstraße nel centro di Vienna dopo aver subito un attacco di cuore. Il suo corpo fu sepolto nel luogo di sepoltura della sua famiglia a Bóly (Német-Bóly) in Ungheria.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver studiato al Seminario cattolico di Salisburgo, intraprese una brillante carriera politica, divenendo presto segretario dell'arciduca Ottone Francesco d'Asburgo-Lorena, fratello di Francesco Ferdinando ed emissario in Galizia.

Dal 1864 al 1885 fu ministro della Marina dell'Impero Austroungarico, appoggiando le iniziative di Johann Nepomuk Wilczek e Julius Payer nelle esplorazioni al Polo Nord e coudiavò l'ammiraglio Maximilian Daublebsky von Sterneck nelle operazioni di difesa e fortificazione in Istria e Dalmazia per prevenire eventuali attacchi degli italiani o dei serbi.

Sua fu anche l'iniziativa, sottoposta all'ammiraglio Rodolfo Montecuccoli della fondazione della nuova accademia militare di marina a Spalato.

Ereditò il titolo di principe di Montenuovo nel 1895, in seguito alla morte del padre. Gli fu concesso il trattamento di Sua Altezza Serenissima e, nel 1898, fu nominato secondo Gran Maestro della Corte di Sua Maestà Imperiale e Reale Apostólica (primo Gran Maestro era il principe Rodolfo di Lietchenstein); nel 1900 fu insignito dell'Ordine del Toson d'oro. Nel 1909, alla morte del principe Rodolfo, venne nominato primo Gran Maestro della Corte di Sua Maestà Imperiale e Reale Apostólica e tale fu fino al 1917, quando il nuovo imperatore Carlo lo sollevò al suo incarico, chiamando al suo posto il principe Carlo di Hohenlohe-Schillingsfürst.

Dal 1914 trattò con i deputati ungheresi principe Móric von Esterhazy de Galantha, barone Géza Fejérváry e conte Mihály Károlyi, una equa divisione dei poteri nei parlamenti di Vienna e Budapest.

Inoltre aveva osteggiato il matrimonio[non chiaro] tra Francesco Ferdinando d'Asburgo-Este e la contessa boema Sophie Chotek von Chotkowa, figlia del diplomatico Boguslaw Chotek von Chotkow.

Fu amico di Wenceslaw Wratislaw von Mitrowitz (figlio del generale Eugen Wratislaw von Mitrowitz) e come lui mecenate di Gustav Mahler.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Alfredo di Montenuovo Padre:
Guglielmo Alberto di Montenuovo
Nonno paterno:
Adamo Alberto di Neipperg
Bisnonno paterno:
Leopoldo Giuseppe di Neipperg
Trisavolo paterno:
Guglielmo Rainardo di Neipperg
Trisavola paterna:
Francesca di Khevenhüller-Frankenburg
Bisnonna paterna:
Maria Luisa di Hatzfeldt-Wildenburg
Trisavolo paterno:
Carlo Ferdinando di Hatzfeldt
Trisnonna paterna:
Maria Sofia di Bettendorff
Nonna paterna:
Maria Luisa d'Asburgo-Lorena
Bisnonno paterno:
Francesco II d'Asburgo-Lorena
Trisavolo paterno:
Leopoldo II d'Asburgo-Lorena
Trisavola paterna:
Maria Ludovica di Borbone-Spagna
Bisnonna paterna:
Maria Teresa di Borbone-Napoli
Trisavolo paterno:
Ferdinando I delle Due Sicilie
Trisavola paterna:
Maria Carolina d'Asburgo-Lorena
Madre:
Giuliana Batthyány-Strattmann
Nonno materno:
Giovanni Batthyány-Strattmann
Bisnonno materno:
Luigi Batthyány-Strattmann
Trisavolo materno:
Adamo Batthyány-Strattmann
Trisavola materna:
Maria Teresa Illésházy de Illésháza
Bisnonna materna:
Maria Elisabetta di Pergen
Trisavolo materno:
Giovanni Carlo di Pergen
Trisavola materna:
Maria Rosina di Walsegg
Nonna materna:
Maria Esterházy de Galántha
Bisnonno materno:
Carlo Esterházy de Galántha
Trisavolo materno:
Giovanni Esterházy de Galántha
Trisavola materna:
Maria Amalia di Limburg Stirum
Bisnonna materna:
Elisabetta Festetics de Tolna
Trisavolo materno:
Paolo Festetics de Tolna
Trisavola materna:
Giuliana Bossányi de Nagy-Bossány

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze austro-ungariche[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro
Cavaliere dell'Ordine reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine reale di Santo Stefano d'Ungheria

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (Regno Unito)
Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 5 dicembre 1908

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Acta Apostolicae Sedis, 1912, pag. 655
Controllo di autoritàVIAF (EN35553831 · ISNI (EN0000 0000 1629 9220 · GND (DE130117145
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie