Akiyuki Nosaka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Akiyuki Nosaka (野坂 昭如 Nosaka Akiyuki?; Kamakura, 10 ottobre 1930Tokyo, 9 dicembre 2015[1]) è stato uno scrittore, cantante, paroliere e politico giapponese. È noto anche con gli pseudonimi (Yukio Aki 阿木 由紀夫?, Aki Yukio) o (Claude Nosaka クロード 野坂?, Kurōdo Nosaka).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nosaka nasce nel 1930 a Kamakura, prefettura di Kanagawa, quando suo padre, Sukeyuki Nosaka, era vicegovernatore di Niigata. Quando la madre muore di parto per farlo nascere, il padre decide di dare in adozione Nosaka e le sue due a una famiglia di Kōbe, città fortemente colpita nel 1945 dai bombardamenti americani durante la Seconda guerra mondiale. Tale esperienza ha enormi ripercussioni sulla vita di Akiyuki Nosaka: determina la perdita della sua famiglia adottiva, prima con la morte dei suoi genitori adottivi e poi quella della sorella della sorella minore di appena 4 anni,dopo la fine della guerra finirà in collegio dove ritroverà e si rincongiungerà con il padre naturale. Questi fatti e le difficili esperienze vissute nel periodo bellico e in quelli immediatamente successivi vengono raccolti nel suo romanzo semi-autobiografico Una tomba per le lucciole, da cui lo Studio Ghibli ha tratto ispirazione per l'omonimo film d'animazione del 1988. Dal 1983 è membro del parlamento nipponico.

Muore a 85 anni il 9 dicembre 2015 alle 10:30, in un ospedale di Tokyo dove era stato ricoverato poche ore prima in stato di incoscienza[2].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Vari articoli per riviste e TV commerciali (Anni 1950)
  • I maestri dell'eros (エロ事師たち Erogotoshi-tachi?) (1963)
  • America Hijiki (アメリカひじき Amerika Hijiki?) (1967)
  • Una tomba per le lucciole (火垂るの墓 Hotaru no Haka?) (1967)
  • War Stories for Children (1971)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Akiyuki Nosaka, Una tomba per le lucciole, Kappalab, 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN108258258 · ISNI (EN0000 0000 8173 0582 · SBN IT\ICCU\VIAV\099628 · LCCN (ENn81094008 · GND (DE121802329 · BNF (FRcb12140650n (data) · NLA (EN35392044