Agatocle (figlio di Lisimaco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Agatocle (in greco antico: Ἀγαθοκλῆς, Agathoklès; ... – 283 a.C.) fu figlio di Lisimaco re di Tracia, e marito di Lisandra, figlia di Tolomeo I e di Euridice.

Agatocle fu Sconfitto in una spedizione contro i Geti nel 291 a.C., comandò poi la guerra in Asia Minore contro Demetrio Poliorcete, costringendolo nel 286 a.C. a ritirarsi. Fu ingiustamente accusato dalla matrigna Arsinoe II di voler togliere il potere al padre, e fu da quest'ultimo imprigionato e poi ucciso, per mano di Tolomeo (da alcuni storici identificato con Tolomeo Cerauno). L'assassinio di Agatocle portò molti suoi sostenitori a fuggire presso Seleuco I, il quale decise di dichiarare guerra a Lisimaco, spinto dalle preghiere dei rifugiati e dalla sua brama di potere. Anche Seleuco I morirà, nel 281 a.C., per mano di Tolomeo Cerauno.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Franca Landucci Gattinoni, Limimaco di Tracia nella prospettiva del primo ellenismo, Milano, Edizioni universitarie Jaca, 1992, ISBN 8816950900