Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Alessandro V di Macedonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandro V
Sovrano macedone
In carica 297294 a.C.
Predecessore Filippo IV
Successore Demetrio I Poliorcete
Nome completo Ἀλέξανδρος Ε`
Morte Larissa, 294 a.C.
Dinastia Antipatridi
Padre Cassandro I
Madre Tessalonica

Alessandro V (in greco antico Ἀλέξανδρος Ε`; ... – 294 a.C.) figlio minore del fondatore della dinastia, Cassandro I e di Tessalonica, sorellastra di Alessandro Magno, fu re di Macedonia assieme al fratello Antipatro II dal 297 a.C. al 294 a.C.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alessandro governò la Macedonia insieme a suo fratello Antipatro dal 297 al 294 a.C. Quando Antipatro uccise la madre e lo estromise dal potere, egli si chiese aiuto a Pirro e Demetrio Poliorcete per risalire sul trono. Promise agli alleati un territorio costiero in Macedonia e le province di Ambracia, Acarnania, e Amfilochia.[1]

Demetrio, secondo Plutarco,[2][3] arrivò in aiuto dopo che Pirro si fu ritirato e quando le discordanze tra Alessandro e Antipatro erano già state risolte: Demetrio era quindi un alleato poco gradito e si dice che Alessandro, pur trattandolo con tutti i riguardi, avesse organizzato un piano per ucciderlo durante un banchetto, ma l'alleato lo scoprì[4] e il giorno successivo partì, accompagnato da Alessandro fino in Tessaglia. Qui, a Larissa, cenò con Demetrio senza portare le guardie del corpo e venne assassinato insieme ai suoi amici, uno dei quali, si dice, esclamò che Demetrio era con loro fino al giorno prima.[5][6][7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Plutarco, Pirro, 386b.
  2. ^ Plutarco, Pirro, 386d.
  3. ^ Plutarco, Demetrio, 906a.
  4. ^ Plutarco, Demetrio, 906a-b.
  5. ^ Plutarco, Demetrio, 906c.
  6. ^ Giustino, XVI, 1.
  7. ^ Diodoro, XII, 7.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie
Fonti secondarie
Predecessore Re di Macedonia Successore
Filippo IV 297-294 a.C.
con Antipatro II
Demetrio I Poliorcete