Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Aeroporto di Tripoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Tripoli
Tripoli International.jpg
Codice IATATIP
Codice ICAOHLLT
Descrizione
StatoLibia Libia
RegioneDistretto di Tripoli
CittàBin Gashir
Posizione35 km a sud di Tripoli
HubLibyan Airlines

Afriqiyah Airways

Buraq Air
Costruzione1938
Altitudine AMSL80 m
Coordinate32°40′10″N 13°09′24″E / 32.669444°N 13.156667°E32.669444; 13.156667Coordinate: 32°40′10″N 13°09′24″E / 32.669444°N 13.156667°E32.669444; 13.156667
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Libia
HLLT
HLLT
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
09/273 600 masfalto calcestruzzo
18/362.235 masfalto
Statistiche (2007)
Passeggeri in transito2.100.000

L'Aeroporto di Tripoli (in arabo: مطار طرابلس العالمي) è un aeroporto situato a 34 km a sud della città di Tripoli in Libia a Bin Gashir (già Castel Benito).

l'Aeroporto di Castel Benito sotto attacco nel 1943

L'aeroporto è hub per le compagnie aeree Afriqiyah Airways (con circa 83 voli settimanali) e Buraq Air (con 42 voli) oltre che per la compagnia di bandiera Libyan Airways che gestisce circa 98 partenze settimanali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ambito della Campagna di Libia (1913-1921) nel settembre 1915 arriva un distaccamento di 3 Farman 14 del Corpo Aeronautico italiano che diventa Squadriglia di Tripoli e nell'ottobre 1916 era parte della 104ª Squadriglia. Nel settembre 1917 nasce anche la 106ª Squadriglia Farman.

Dal giugno 1936 era sede del 15º Stormo. Nel 1938, per iniziativa di Italo Balbo, governatore della Libia italiana e aviatore, fu creato a Castel Benito un campo d'aviazione della Regia Aeronautica, sede della scuola di paracadutismo dei Fanti dell'aria, che poi daranno origine alla Folgore.

Sempre nel 1938 Balbo ingrandisce l'aeroporto militare di Tripoli-Castel Benito e crea un aeroporto internazionale civile servito principalmente dall'Ala Littoria, la compagnia aerea ufficiale italiana. L'aeroporto era collegato a Roma dalle Linee Aeree Transcontinentali Italiane (LATI), che gestivano un servizio postale (e civile) in Africa, Asia e Sud America dall'Italia. Il nuovo aeroporto aveva voli diretti per Tunisi e Malta, gestito con i Savoia-Marchetti S.M.73 dell'Ala littoria. L'aeroporto di Castel Benito era collegato con gli aeroporti interni della Libia, come Bengasi (Aeroporto di Benina), Gadames, Sabha e Cufra. Un altro volo servito dall'Ala Littoria era diretto verso l'Africa Orientale Italiana, con oltre 4000 km: era utilizzato principalmente per il trasporto militare e il servizio postale e fu creato nel 1935, da Tripoli a Cassala (Sudan) ed Asmara nell'Eritrea italiana. Era servito dai Caproni Ca.308 Borea, con 2 persone di equipaggio ma con solo 6 passeggeri. Ancora nel 1938 l'Air France ha iniziato un volo regolare da Marsiglia a Tripoli, successivamente ampliato a Bengasi e Damasco.

Nel 1939 un servizio passeggeri con viaggi internazionali viene avviato dall'Ala Littoria a Roma e Addis Abeba (Etiopia e Africa Orientale Italiana): è stato uno dei primi voli intercontinentali nella storia del mondo e si chiamava Linea dell'Impero. Il servizio è stato effettuato (utilizzando principalmente l'aeroporto di Bengasi, ma anche l'aeroporto di Tripoli-Castel Benito) con i Savoia-Marchetti S.M.83 che portavano quasi 30 passeggeri.

Al 10 giugno 1940 vi operava il 2º Stormo Caccia Terrestre dopo pochi giorni dal 9º Stormo BT. Nell'ambito della Campagna del Nordafrica dall'8 ottobre 1940 vi ripiega il 15º Stormo che vi rimane fino all'11 dicembre. Alla fine di gennaio 1941 arriva il 155º Gruppo fino al 6 aprile successivo. Nel 1943 divenne sede di una base aerea della Royal Air Force con il nome di "RAF Castel Benito", finché nel 1952 cambiò nome in "RAF Idris" in onore di re Idris I di Libia.

Nel 1969, in seguito al colpo di stato di Gheddafi, divenne aeroporto civile e prese il nome di "Aeroporto Internazionale di Tripoli".

Compagnie aeree e destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]