Aeroporto di Battambang

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Battambang
Royal Cambodian Air Force Wings.svg
Codice IATABBM
Codice ICAOVDBG
Descrizione
TipoCivile/Militare
GestoreRoyal Cambodian Air Force
StatoCambogia Cambogia
CittàBattambang
Posizione2km da Battambang
Altitudine AMSL18 m
Coordinate13°05′44″N 103°13′27″E / 13.095556°N 103.224167°E13.095556; 103.224167Coordinate: 13°05′44″N 103°13′27″E / 13.095556°N 103.224167°E13.095556; 103.224167
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Cambogia
VDBG
VDBG
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
07/251.600m
bitume

[senza fonte]

L'Aeroporto di Battambang (IATA: BBM, ICAO: VDBG)[1] è un aeroporto della Cambogia situato a Battambang, capoluogo dell'omonima provincia. È gestito dalla Royal Cambodian Air Force.

L'aeroporto si trova ad un'altitudine di 18 m sul livello del mare ed ha una pista in bitume con orientamento 07/25, lunga 1.600 m e largha 34 metri[2]. Il piazzale di sosta copre un'area di 40.000m² su di cui si affacciano la torre di controllo, l'aerostazione ed edifici accessori per il ricovero di piccoli aeromobili.

Nonostante non vi sia programmato nessun volo commerciale lo scalo è permanentemente presidiato da circa 30 militari[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto fu costruito nel 1968 come base aerea per l'aviazione militare della Repubblica Khmer[4] ed era la seconda base per grandezza del paese. Con l'incrementarsi delle ostilità della guerra civile, nell'agosto del 1970 la base divenne accademia delle forze aeree. Con la nascita della Repubblica Popolare di Kampuchea l'aeroporto fu abbandonato fino al 1993 quando fu riattivato come base logistica per i voli dell'ONU per la missione di pace dell'UNTAC ospitando 6 elicotteri UH-60 Black Hawk della Australian Army Aviation[5]. Terminata la missione l'aeroporto è passato sotto il controllo del nuovo governo cambogiano ma è stato scarsamente utilizzato.

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ World Areo Data, VDBG.
  2. ^ Great Circle Mapper, dati per BBM/VDBG.
  3. ^ Articolo su Phnom Penh Post (in inglese), 10/01/2015.
  4. ^ Conboy, FANK: A History of the Cambodian Armed Forces, 1970-1975 (2011), pp. 217; 224, note 4.
  5. ^ The Good International Citizen: Volume 3, The Official History of Australian Peacekeeping, Humanitarian and Post-Cold War Operations 1991–1993.
  6. ^ Aviation Safety.net, pagina su incidenti a BBM. Cita fonte Air Pictorial 2/66 p.57.
  7. ^ Aviation Safety.net, pagina su incidenti a BBM.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]