Abies recurvata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Abies recurvata
Abies recurvata bud foliage.JPG
Aghi di Abies recurvata
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Pinophyta
Classe Pinopsida
Ordine Pinales
Famiglia Pinaceae
Genere Abies
Specie A. recurvata
Nomenclatura binomiale
Abies recurvata
Mast., 1906
Nomi comuni

(EN) Min fir
(DE) Min-Tanne
(IT) Abete di Min

Abies recurvata Mast., 1906, è un albero della famiglia delle Pinaceae endemico del sud-ovest della Cina.[1]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome generico Abies, utilizzato già dai latini, potrebbe, secondo un'interpretazione etimologica, derivare dalla parola greca ἄβιος = longevo.[2] Il nome specifico recurvata fa riferimento agli aghi di forma ricurva.[3]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Portamento[modifica | modifica wikitesto]

Albero alto fino a 60 m, con tronco che può raggiungere i 2,5 m di diametro, a portamento piramidale. I rami si diramano orizzontalmente dall’unico tronco diritto. I virgulti sono gialli o grigio-giallastri, saldi e brillanti in mezzo al fogliame.[4]

Foglie[modifica | modifica wikitesto]

Le foglie sono aghiformi, di colore verde lucido superiormente, argentate inferiormente, lunghe fino a 12–16 mm, rigide e appuntite; hanno stomi disposti in due bande nella faccia inferiore e su 2-8 linee nella faccia superiore.[4]

Fiori[modifica | modifica wikitesto]

Gli strobili maschili sono lunghi 10–15 mm, gialli con microsporofilli rossastri.[4]

Frutti[modifica | modifica wikitesto]

I coni femminili, inizialmente purpurei, marroni-porpora a maturazione, sono ovoidali, lunghi 4–8 cm e larghi fino a 4 cm, spesso disposti a gruppi; le scaglie sono reniformi, sottili, arrotondate e leggermente curve vicino all’apice, lunghe 12–14 mm e larghe 12–25 mm. I semi sono cuneati, lunghi circa 8 mm, con parte alare marrone scuro o nera, di 3–5 mm.[4]

Corteccia[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente liscia e grigia, con il passare del tempo si sfoglia, diventando ruvida e placcata, di colore grigio scuro o rosso-marrone.[4]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Specie endemica dello Xizang, del Gansu e dello Sichuan mentre la sua presenza nello Yunnan è incerta; cresce a quote comprese tra 2300 e 3600 m, su suoli podzolici montani. Il clima dell'Habitat è freddo e umido con precipitazioni annue comprese tra 700 e 1000 mm. Si ritrova prevalentemente in foreste miste di alta quota con altre conifere: Abies squamata, Picea likiangensis, Picea asperata, Larix potaninii, Picea purpurea, Abies fargesii e Abies fabri, mentre l’unica caducifoglia è Betula albosinensis. Sui pendii meno elevati l'associazione è con Tsuga chinensis, Picea brachytyla, Pinus armandii e specie dei generi Acer e Populus.[1]

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Il suo legno veniva utilizzato, prima degli interventi legislativi di protezione, in maniera massiccia in edilizia e carpenteria. Il suo utilizzo in orticoltura è ristretto ai maggiori giardini botanici.[3]

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

In passato lo sfruttamento eccessivo ha comportato una riduzione della popolazione tra il 30 e il 50 %; per questo motivo viene classificata come Specie vulnerabile nella Lista rossa IUCN. Attualmente è sotto protezione legislativa da parte del governo cinese, che ne ha vietato lo sfruttamento.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Xiang, Q. & Rushforth, K. 2013., Abies recurvata, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ Pier Luigi Nimis, Nevio Agostini, Marco Verdecchia e Elias Ceccarelli, Guida agli alberi del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi (PDF), su Dryades project Dipartimento di Scienze della Vita Università di Trieste, Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. URL consultato il 1º aprile 2019.
  3. ^ a b (EN) Aljos Farjon, A Handbook of the World's Conifers (2 vols.), Brill, 2010, pp. 114-115. URL consultato il 2 aprile 2019.
  4. ^ a b c d e (EN) Abies recurvata, su The Gymnosperm Database. URL consultato il 2 aprile 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica