98P/Takamizawa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cometa
98P/Takamizawa
Stella madre Sole
Scoperta 30 luglio 1984
Scopritore Kesao Takamizawa
Designazioni
alternative
1984 O1, 1984 VII;
1991 D1, 1991 XIII
Parametri orbitali
(all'epoca 2456520,5
16 agosto 2013[1])
Semiasse maggiore 3,8093496 UA
Perielio 1,6735312 UA
Afelio 5,945 UA
Periodo orbitale 7,43 anni
Inclinazione orbitale 10,54397°
Eccentricità 0,5606780
Par. Tisserand (TJ) 2,759 (calcolato)
Ultimo perielio 5 agosto 2013
Prossimo perielio 4 gennaio 2021
Dati fisici
Dimensioni 5,4 km (diametro)[2]

98P/Takamizawa, o Cometa Takamizawa, è una cometa periodica del Sistema solare, scoperta da Kesao Takamizawa il 30 luglio 1984 come un oggetto della decima magnitudine. Successivamente, la cometa fu individuata in immagini risalenti al 26 luglio come un oggetto della diciassettesima magnitudine.

La cometa è stata osservata in tutti i successi ritorni, ma non ha più manifestato un incremento nella luminosità analogo a quello registrato nel 1984.

La cometa fa parte di un piccolo numero di comete della famiglia delle comete gioviane che esibiscono outburst e che grazie a questi arrivano ad incrementare la loro luminosità fino a 9 magnitudini. Altre comete di questo tipo sono: la 41P/Tuttle-Giacobini-Kresák nel 1973, la 97P/Metcalf-Brewington nel 1991 e la 17P/Holmes nel 2007[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

V · D · M
La cometa di Halley

Precedente: 97P/Metcalf-Brewington      Successiva: 99P/Kowal


Grande Cometa con m < 0 : C/390 Q1C/1132 T1C/1532 R1C/1556 D1C/1664 W1C/1665 F1C/1975 V1C/1995 O1
con m < -2 : HalleyC/1402 D1C/1471 Y1C/1577 V1C/1743 X1C/1843 D1C/1882 R1C/2006 P1
Famiglie cometarie Comete halleidiComete giovianeComete della fascia principaleComete quasi-Hilda
Studio STRUTTURA: Nucleo · Chioma · CodaESPLORAZIONE: 9P/Tempel · 67P/Churyumov-Gerasimenko
Altro Cometa periodica (SOHO) • Cometa non periodicaCometa radente (di Kreutz) • Cometa perduta (Shoemaker-Levy 9) • Cometa interstellare
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare