7 Up

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
7 Up
200pxx300px
Categoria Bibite
Tipo Gazzosa
Marca PepsiCo
Anno di creazione 1929
Nazione Stati Uniti
Ingredienti

Acqua, zucchero, anidride carbonica, Acidificanti: acido citrico, acido malico, aromi naturali di limone e lime, correttore di acidità, citrati di sodio.

Valori nutrizionali medi in 100 g
Valore energetico 42 kcal
Proteine 0 g
Carboidrati 10,4 g
di cui zuccheri 10,4
Grassi 0 g
di cui saturi 0,0
Sito http://www.7up.com/

7 Up è una bevanda non alcolica, di genere soft drink, prodotta da Dr Pepper Snapple Group negli Stati Uniti d'America e da PepsiCo negli altri paesi del mondo.

Si tratta di una gassosa al gusto di limone e lime. Suo principale concorrente a livello commerciale è la Sprite, prodotta dalla The Coca-Cola Company.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Charles Leiper Grigg, che nel 1920 fondò a Saint Louis la The Howdy Corporation, inventò la 7 Up nel 1929.[1] La bevanda, originariamente chiamata "Bib-Label Lithiated Lemon-Lime Soda", fu lanciata due settimane prima del crollo di Wall Street del 1929.[2] All'inizio conteneva citrato di litio (poi rimosso nel 1950); per tale motivo venne impiegata anche come medicinale per la cura dei postumi dell'ubriachezza.[3]

La Philip Morris acquisì il marchio nel 1978, per poi rivenderlo nel 1986 ad un gruppo di investimenti privato. Nel 1988 la 7 Up fu accorpata a Dr Pepper; in seguito, nel 1995, tale fusione fu rilevata dalla Cadbury Schweppes, da cui si è distaccata nel 2008 per dare vita alla Dr Pepper Snapple Group.

Mascotte e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

La Jordan 191 sponsorizzata 7 Up

A supporto della 7 Up si sono succedute diverse mascotte. Una delle prime fu Fresh-Up Freddie, un uccello antropomorfo creato negli anni 1950 dalla Disney.[4]

Un altro personaggio che ha accompagnato la bevanda è stato Fido Dido, usato come mascotte tra la fine degli anni 1980 e l'inizio degli anni 1990, salvo poi essere ripristinato per i mercati internazionali all'inizio degli anni 2000.[5]

Altra mascotte ricorrente è Cool Spot, ovvero la versione antropomorfa del pallino rosso che separa "7" e "Up", per la quale è stato realizzato l'omonimo videogioco.

La 7 Up fu per un breve periodo lo sponsor di 2 case automobilistiche di Formula 1: la Benetton durante la stagione 1989 e la Jordan durante la stagione 1991.

Fu, altresì, lo sponsor della Fiorentina nelle stagioni 1992-1993[6] e 1993-1994[7].

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

« La ragazza dietro al banco mescolava birra chiara e Seven-up »
(Autogrill, Francesco Guccini)
  • Nel videogioco Pikmin 2 uno dei tesori ottenibili è un tappo di 7 UP, chiamato nel gioco emblema dissetante.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 7 UP: The Making of a Legend. Cadbury Schweppes: America's Beverages.
  2. ^ (EN) The History of 7up - Charles Leiper Grigg
  3. ^ (EN) 7 Up - Drink Secrets
  4. ^ (EN) Fresh-Up Freddie character profile on Don Markstein's Toonopedia, Toonopedia.com. URL consultato il 19 agosto 2011.
  5. ^ (EN) "Fido Dido returns as face of 7 Up" at B&T,
  6. ^ Campionato 1992-1993 Serie A in Fiorentina Museo. URL consultato il 25-04-2012.
  7. ^ Campionato 1992-1993 Serie A in Fiorentina Museo. URL consultato il 25-04-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]