5G in Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Storia del 5G[modifica | modifica wikitesto]

Sperimentazione pre-commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 marzo 2017, il MISE, ha aperto la procedura per l’acquisizione di proposte progettuali per la realizzazione di sperimentazioni pre-commerciali nella disponibilità di spettro radio 3700 MHz.[1]

  • Area 1 - Milano - città Metropolitana (comprende 61 comuni)
  • Area 2 - Prato e L'Aquila
  • Area 3 - Bari e Matera

Il 2 agosto 2017 sono state rilasciate le graduatorie:[2]

  • Vodafone si è aggiudicata Area 1 con un punteggio di 92,6/100
  • Wind Tre e OpenFiber si sono aggiudicate Area 2 con un punteggio di 74,3/100
  • TIM, Fastweb e Huawei si sono aggiudicate Area 3 con un punteggio di 86,6/100

Il 20 settembre 2017 si è conclusa l'approvazione delle proposte progettuali definitive per la realizzazione di sperimentazioni pre-commerciali 5G nella porzione di spettro 3700 MHz.

Il 22 settembre 2017 sono state emanate le autorizzazioni provvisorie alle sperimentazione con l’assegnazione del relativo diritto d'uso delle frequenze (100 MHz contigui).

Nei mesi successivi sono state rilasciate le sintesi delle imprese:

  • Area 1 - Vodafone[3] (90 mln di investimento)[4]
  • Area 2 - Wind Tre e Open Fiber[5] (50 mln di investimento)
  • Area 3 - TIM, Fastweb e Huawei[6] (60 mln di investimento)

La sperimentazione ha una durata di 4 anni e si concluderà il 31 dicembre 2021.

Frequenze in asta[modifica | modifica wikitesto]

L'11 luglio 2018 è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale[7] il bando d'asta per l'assegnazione delle licenze agli operatori mobili interessati.

Le frequenze oggetto d'asta sono state:[8]

Banda / Frequenza Range Spettro Tipo Lotto Prezzo d'asta
n28
(700 MHz)
703 MHz
758 MHz
713 MHz
768 MHz
2x10 MHz FDD A1+A2 676.472.792,00 €
713 MHz
768 MHz
718 MHz
773 MHz
2x5 MHz FDD A3 338.236.396,00 €
718 MHz
773 MHz
723 MHz
778 MHz
2x5 MHz FDD A4 338.236.396,00 €
723 MHz
778 MHz
728 MHz
783 MHz
2x5 MHz FDD A5 338.236.396,00 €
733 MHz
783 MHz
738 MHz
788 MHz
2x5 MHz FDD A6 338.236.396,00 €
738 MHz 743 MHz 1x5 MHz SDL B1 84.559.099,00 €
743 MHz 748 MHz 1x5 MHz SDL B2
748 MHz 753 MHz 1x5 MHz SDL B3
n77
(3.700 MHz)
3.600 MHz 3.680 MHz 1x80 MHz TDD C1 158.374.470,00 €
3.680 MHz 3.700 MHz 1x20 MHz TDD C2 39.674.011,00 €
3.700 MHz 3.720 MHz 1x20 MHz TDD C3 39.674.011,00 €
3.700 MHz 3.780 MHz 1x80 MHz TDD C4 158.696.043,00 €
n258
(26 GHz)
26,5 GHz 26.7 GHz 1x200 MHz TDD D1 32.586.535,00 €
26,7 GHz 26,9 GHz 1x200 MHz TDD D2 32.586.535,00 €
26,9 GHz 27,1 GHz 1x200 MHz TDD D3 32.586.535,00 €
27,1 GHz 27,3 GHz 1x200 MHz TDD D4 32.586.535,00 €
27,3 GHz 27,5 GHz 1x200 MHz TDD D5 32.586.535,00 €

Partecipanti e assegnazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 settembre 2018, giunto il termine per la presentazione delle offerte per l'assegnazione delle frequenze nella nuova tecnologia 5G; Iliad Italia si aggiudica, all'importo a base d'asta di 676 472 792 euro, un blocco di frequenze di 10 MHz, riservatole in qualità di nuovo entrante nel mercato, nella banda dei 700 MHz, sempre il 10 settembre 2018 è iniziata l'asta per l'assegnazione delle frequenze. Come previsto gli operatori che vi hanno partecipato sono stati: Fastweb, Iliad, TIM, Vodafone e Wind Tre.

L'asta si è conclusa con successo il 2 ottobre 2018[9], con le seguenti assegnazioni:

Banda Fastweb Iliad TIM Vodafone Wind Tre
700 MHz 10 MHz 2x10 MHz 2x10 MHz
3700 MHz 20 MHz 80 MHz 80 MHz 20 MHz
26 GHz 200 MHz 200 MHz 200 MHz 200 MHz 200 MHz
Note [10] [11] [12] [13] [14]

Investimenti sostenuti[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito i costi sostenuti dai 5 partecipanti:

  • Fastweb ha speso 32.600.000,00 euro
  • Iliad ha speso 1.193.272.792,00 euro
  • TIM ha speso 2.407.220.000,00 euro
  • Vodafone ha speso 2.400.822.931,00 euro
  • Wind Tre ha speso 516.506.535,00 euro

Le assegnazioni hanno fruttato allo Stato un totale complessivo di 6.550.422.258,00 euro[15][16][17] (in 14 giornate di miglioramenti competitivi e con 171 tornate).
Secondo le regole stabilite per l'asta 5G e la legge finanziaria italiana del 2018 (L.205/2017), il pagamento avverrà nel periodo 2018-2022 come segue:

Anno Operatori partecipanti Totale
Fastweb Iliad TIM Vodafone Wind Tre
2018 9 mln 143 mln 480 mln 475 mln 143 mln 1,25 mld
2019 6 mln 50 mln
2020 34 mln 300 mln
2021 17 mln 150 mln
2022 993 mln 4,8 mld
Totale 32,6 mln 1,193 mld 2,407 mld 2,401 mld 516,5 mln 6,55 mld

Situazione attuale con le frequenze[modifica | modifica wikitesto]

Bande di frequenza italiane post 5G.png

Per un totale di:

Fastweb

Iliad

  • 2x45 MHz in FDD
  • 220 MHz in TDD

TIM

  • 2x80 MHz in FDD
  • 280 MHz in TDD + 5 MHz 2100 TDD
  • 20 MHz in SDL

Vodafone[18]

  • 2x80 MHz in FDD
  • 280 MHz in TDD + 5 MHz 2100 TDD
  • 20 MHz in SDL

Wind Tre

  • 2x80 MHz in FDD
  • 250 MHz in TDD + 10 MHz 2100 TDD

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Progetti sperimentali 5G, su Ministero dello sviluppo economico, 16 marzo 2017. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  2. ^ Graduatorie per la sperimentazione (PDF), su Ministero dello sviluppo economico, 2 agosto 2017. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  3. ^ Vodafone - Area 1 (Milano - Città Metropolitana) (PDF), su Ministero dello sviluppo economico, 17 dicembre 2017. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  4. ^ Vodafone 5G, su vodafone5g.it, 17 dicembre 2017. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  5. ^ Windtre e Open Fiber - Area 2 (Prato e L'Aquila) (PDF), su Ministero dello sviluppo economico, 13 ottobre 2017. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  6. ^ TIM, Fastweb e Huawei - Area 3 (Bari e Matera) (PDF), su Ministero dello sviluppo economico, 5 ottobre 2017. URL consultato il 14 ottobre 2018.
  7. ^ Bando di gara per la procedura di assegnazione di diritti d'uso delle frequenze nelle Bande 694-790 MHz, 3600-3800 MHz e 26.5-27.5 GHz, in Gazzetta Ufficiale, 5a Serie speciale, Anno 159°, nº 80, Roma, 11 luglio 2018. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  8. ^ Disciplinare di Gara di cui al Bando di Gara pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 80 dell'11 luglio 2018, Quinta serie speciale – Contratti Pubblici (PDF), su Ministero dello sviluppo economico. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  9. ^ Conclusa la GARA 5G: totale delle offerte 6.550.422.258,00 euro, su Ministero dello sviluppo economico, 2 ottobre 2018. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  10. ^ (ES) El Gobierno italiano recauda más de 6.550 millones en la subasta de espectro para el 5G, in Europa Press, 3 ottobre 2018. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  11. ^ (FR) Iliad Italia obtient un portefeuille de fréquences 5G dans le cadre des enchères en Italie (PDF), 3 ottobre 2018. URL consultato il 9 ottobre 2018.
  12. ^ TIM si aggiudica le frequenze su banda 3700 MHz con un investimento di 1.694 milioni di euro e guida lo sviluppo delle reti del futuro in Italia, su telecomitalia.com, 2 ottobre 2018. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  13. ^ Vodafone Italia si aggiudica le frequenze per i servizi 5G, su vodafone.it, 2 ottobre 2018. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  14. ^ Wind Tre si aggiudica le frequenze 3.700 MHz e 26 GHz a conclusione dell'asta 5G in Italia, su windtre.it, 2 ottobre 2018. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  15. ^ Aldo Fontanarosa, Asta 5G, incasso da Superenalotto: lo Stato avrà 6,55 miliardi per le frequenze, in la Repubblica, 2 ottobre 2018. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  16. ^ 5G, chiusa l'asta. Incasso record: 6,55 miliardi, in Il Messaggero, 2 ottobre 2018. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  17. ^ Asta 5G, cuccagna per il governo e salasso per i big della telefonia: l'incasso sale di 4 miliardi, in il Fatto Quotidiano, 3 ottobre 2018. URL consultato il 10 ottobre 2018.
  18. ^ Vodafone Italia si aggiudica le frequenze per i servizi 5G, su Vodafone Italia, 2 ottobre 2018. URL consultato il 14 ottobre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]