Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Ǧīm

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi GIM.
05-Dschim.png
Lettre 5 jîm.gif

Ǧīm è la quinta lettera dell'alfabeto arabo. Nella numerazione abjad assumeva il valore di 3.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Storia dell'alfabeto arabo.

Questa lettera deriva secondo alcuni da 03 gimel.svg dell'alfabeto nabateo, secondo altri da ܓ dell'alfabeto siriaco. In ogni caso deriva da gimel dell'alfabeto aramaico (Gimel Hebrew.svg), che nacque dalla gimel dell'alfabeto fenicio (Phoenician gimel.png), generata dalla gaml dell'alfabeto proto-cananeo (Proto-Canaanite letter gaml.svg).

Fonetica[modifica | modifica wikitesto]

Foneticamente Ǧīm corrisponde all'affricata postalveolare sonora (d͡ʒ). Nella lingua italiana questo fono è espresso con l'accostamento della lettera g alle vocali e ed i, oppure con l'accostamento di gi alle restanti vocali. Anticamente tuttavia si pronunciava ɣ. Questo spiegherebbe la correlazione linguistica tra nomi arabi come جالوت /d͡ʒaːˈluːt/ e i corrispondenti ebraici (גׇּלְיׇת, ɡɑɫjaːθ) e italiani (Golia, goˌliːa).

Scrittura e traslitterazione[modifica | modifica wikitesto]

Ǧīm viene scritta in varie forme in funzione della sua posizione all'interno di una parola:

Forma isolata Forma iniziale Forma intermedia Forma finale
…ﺟ …ﺠ… ﺞ…

Nella traslitterazione dall'arabo è comunemente associata a j.

Sintassi[modifica | modifica wikitesto]

Ǧīm è una lettera lunare. Ciò significa che quando ad una parola che inizia con questa lettera bisogna anteporre l'articolo determinativo (ال alif-lām, al), esso non subirà alcuna modifica.

Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Linguistica