Yusuf al-Mu'tamin ibn Hud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Yūsuf b. Ahmad al-Muqtadir, al-Muʾtamin ibn Hūd (in arabo: ﻳﻮﺳﻒ ﺍﻟﻤﻮءﺗﻤﻦ ﺑﻦ ﻫﻮﺩ; ... – 1084 circa) è stato un matematico arabo e membro della famiglia andalusa dei Banu Hud.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del precedente governante, Ahmad al-Muqtadir, Yūsuf al-Muʾtamin ibn Hūd governò Saragozza dal 1082 al 1085.

Fu un principe interessato alla cultura e alla scienza (accolse ad esempio il poeta Ibn ʿAmmār, transfuga dalla corte abbaside) e dedito allo studio, protettore delle scienze, della filosofia e delle arti. Proseguendo l'opera di suo padre, diede vita a una corte di intellettuali che aveva sede presso il Castillo de la Aljafería, chiamato all'epoca «Palazzo della gioia», componendo egli stesso versi poetici.

Per ciò che concerne l'ambito matematico, scrisse anche il perduto Kitāb al-istikmāl wa l-manāzir (Libro della perfezione (in arabo كتاب الإستكمال ﻭﺍﻟﻤﻨﺎﺯﺭ).

Teorie matematiche[modifica | modifica wikitesto]

Fu il primo a dare dimostrazione del Teorema di Ceva.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • D.J. Wasserstein, The rise and fall of the Party-Kings. Politics and society in Islamic Spain, 1002-1086, Princeton, 1985.
  • Lemma «al-Muʾtamin» (D.J. Wasserstein), in: The Encyclopaedia of Islam.