Xavier B. Saintine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Xavier B. Saintine

Xavier B. Saintine- (Joseph Xavier Boniface) (Parigi, 11 luglio 179521 gennaio 1865) è stato uno scrittore, poeta e drammaturgo francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di un professore di lettere al collegio "La Marche", aveva 5 fratelli, tra i quali il grammatico e pedagogista Alexandre Boniface (1785-1841). All'inizio seguì i corsi di medicina dell'Hotel-Dieu, poi si trasferì alla sede di rue du Vieux Colombier, dove conobbe, fra gli altri, Jacques-François Ancelot, Casimir Delavigne ed Eugène Scribe. Il commediografo Jacques-François Ancelot ricorda di quanto Saintine fu utile per la farsa di Scribe L'orso e il Pascià. Con lo stesso Ancelot scrisse un'opera dalla quale Carlo Pepoli trasse il libretto de I puritani di Vincenzo Bellini.

Saintine racconta nei suoi scritti il motivo per cui non era interessato alla medicina (arriva a scrivere d'un giovane che impazzisce alla vista del sezionamento di un cadavere). Divenne segretario del conte Louis-Philippe de Ségur e iniziò la sua attività di poeta, romanziere e drammaturgo.

Si narra che la sua opera più famosa, Picciola, sia stata pubblicata grazie all'insistenza di un amico, lo storico Michel Masson. L'opera fu poi pubblicata nel 1836, premiata con il Premio Montyon dell'Accademia di Francia, e gli valse la Croce della Legion d'Onore, oltre a ottenere i ringraziamenti del principe Luigi Bonaparte, nel 1843.

Nel romanzo Seul racconta la storia del pirata Alexander Selkirk, costretto a vivere in un'isola deserta. In Picciola, quella della prigionia politica del conte Charles Véramont de Charney, recluso in Piemonte per aver cospirato contro Napoleone.

Scrisse circa 200 opere per la scena, spesso in collaborazione con altri. Morì all'età di 70 anni.

Opere principali[modifica | modifica sorgente]

  • La bonheur que procure l'étude, 1817
  • Poëmes, odes, épîtres, 1823
  • Jonathan le visionaire, 1827
  • Le mutilé, 1832
  • Une maîtresse de Louis XIII, 1834
  • Picciola, 1836 (trad. presso Sonzogno, 1884; ed. Paoline, 1962)
  • Antoine, 1839 (trad. presso Borroni & Scotti, 1845)
  • Les récits dans la tourelle, 1844
  • Histoire de la belle Cordière et de ses trois amoureux, 1844
  • Les trois reines, 1853
  • Seul, 1857
  • La mythologie du Rhin, 1861
  • Le chemin des écoliers, 1862
  • Contes de toutes les couleurs, 1862
  • La mère Gigogne et ses trois filles, 1863
  • La seconde vie, 1864

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 100213745 LCCN: n/84/141846