William H. Prescott

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
William Hickling Prescott

William Hickling Prescott (4 maggio 179629 gennaio 1859) è stato uno storico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Salem, Massachusetts, da un padre avvocato, William Prescott dimostrò sin da giovane una predisposizione notevole agli studi, ma un incidente occorsogli a 13 anni avrebbe per sempre cambiato la sua vita. Una crosta di pane giocando gli si conficcò in un occhio, e Prescott sottopose l'altro ad un tale sforzo per lo studio che presto ebbe continui disturbi alla vista, sino a perderla totalmente verso i 25 anni.

Nonostante le prevedibili difficoltà, si laureò ad Harvard nel 1814 in Giurisprudenza, ma l'ormai completa cecità lo indusse ad abbandonare la carriera legale. Dopo un tour in Europa (come era d'uso allora tra i giovani benestanti) e il matrimonio, decise di dedicarsi alla letteratura e soprattutto alla storia, di cui è considerato, per l'accuratezza dello studio dei documenti e la capacità di sintesi, un riconosciuto maestro.

Dopo dieci anni di studi, in cui scriveva usando uno strumento di sua invenzione, aiutato da una prodigiosa memoria e da uno stile scorrevole che avrebbe fatto scuola tra gli storici dopo di lui, pubblicò nel 1837 La Storia di Ferdinando e Isabella. Nel 1843 pubblicò quello che è riconosciuto come il suo capolavoro, La conquista del Messico, e nel 1847 La Conquista del Perù. La sua Storia di Filippo II fu pubblicata incompiuta dopo la sua morte nel 1859, morte dovuta ad un attacco apoplettico in Boston, Massachusetts.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 14775490 LCCN: n50028229