Vene epatiche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vene epatiche
Gray1121.png
Parete addominale posteriore con rimozione del peritoneo, si vedono i reni, le capsule surrenali e i grandi vasi (la vena epatica è in alto e al centro)
Gray577.png
Vena cava superiore, Vena cava inferiore, vena azygos e le loro tributarie. La vena epatica è visibile sulla porzione superiore della cava inferiore, poco prima che essa sfoci nell'atrio sinistro (che non si vede)
Anatomia del Gray subject #173 680
Sistema Apparato circolatorio
Distretto drenato Fegato
Confluisce in Vena cava inferiore
Arteria Arteria epatica
Sviluppo embriologico Vena vitellina

Nell'anatomia umana, le vene epatiche sono dei vasi sanguigni che drenano il sangue de-ossigenato dal fegato, dopo essere stato da esso ripulito, nella vena cava inferiore, all'interno della fossa della vena cava che si trova sul fegato.

Esse sorgono dal parenchima epatico, più specificamente originano dalle vene centrolobulari e sottolobulari. Nessuna delle vene epatiche ha valvole.

Si distinguono tre vene epatiche maggiori, di destra, di sinistra e media. A queste si aggiunge un numero variabile di piccole vene epatiche minori.

Patologia[modifica | modifica sorgente]

L'occlusione delle vene epatiche è nota come sindrome di Budd-Chiari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Immagini delle vene epatiche[modifica | modifica sorgente]


anatomia Portale Anatomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia