Ulrich Beck

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ulrich Beck

Ulrich Beck (Słupsk, 15 maggio 1944) è un sociologo e scrittore tedesco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È docente di Sociologia presso la Ludwig-Maximilians-Universität München di Monaco di Baviera e la London School of economics.

Dal 1966 è stato studente di sociologia, filosofia, psicologia e teoria politica presso l'università di Monaco. Vi consegue, nel 1972, il dottorato in filosofia, scegliendo però di lavorare come sociologo. Dal 1979 è abilitato all'insegnamento, che svolgerà fino al 1981 presso l'università di Münster, per poi trasferirsi a Bamberga fino al 1992.

Dal 1992 si trasferirà alla Ludwig Maximilian Universität di Monaco, come direttore del dipartimento di sociologia.

Dal 1995 al 1997 è stato membro della Kommission für Zukunftsfragen der Freistaaten Bayern und Sachsen, Commissione per le questioni del futuro.

È membro del Gruppo Spinelli per il rilancio dell'integrazione europea.

Ulrich Bech ha pubblicato diversi studi sulla modernità, problemi ecologici, individualizzazione e globalizzazione, oltre ad aver introdotto nuovi concetti nella sociologia, quali l'idea di una seconda modernità e la teoria del rischio.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Beck ha diretto la pubblicazione di Sociologia Soziale Welt dal 1980, firmato più di 150 articoli, e scritto diversi libri, quali:

  • Il normale caos dell'amore, in con Elisabeth Gershneim, ed. italiana: 1996
  • Modernizzazione riflessiva. Politica, tradizione ed estetica nell'ordine sociale della modernità, in collaborazione con Anthony Giddens e Lash Scott, ed. italiana: Asterios Editore, Trieste 1999
  • Che cos'è la globalizzazione. Rischi e prospettive della società planetaria, ed. italiana: Carocci. Roma, 1999
  • La società del rischio. Verso una seconda modernità ed. italiana: 2000
  • Il lavoro nell'epoca della fine del lavoro. Tramonto delle sicurezze e nuovo impegno civile, traduzione di Hellmut Riediger, titolo originale:Schöne neue Arbeitswelt.Vision: Weltbürgergesellschaft, Torino, Giulio Einaudi Editore, 2000, ISBN 978-88-06-15607-7.
  • Europa felix. Il vecchio continente e il nuovo mercato del lavoro, ed.italiana: 2000
  • Il manifesto cosmopolitico, ed. italiana: Asterios Editore, Trieste 2000
  • I rischi della libertà. L'individuo nell'epoca della globalizzazione, ed. italiana: 2000
  • Libertà o capitalismo? Varcare la soglia della modernità, ed. italiana: 2001
  • L'era dell'e, ed. italiana: Asterios Editore, Trieste 2001
  • La società globale del rischio, ed. italiana: Asterios Editore, Trieste 2001
  • La società cosmopolita. Prospettive dell'epoca postnazionale, ed. italiana: 2003
  • Un mondo a rischio, ed. italiana: 2003
  • Sull'orlo di una crisi. Vivere nel capitalismo globale, in collaborazione con Manuel Castells e Richard Sennett, ed. italiana: Asterios Editore, Trieste 2004
  • Lo Sguardo cosmopolita, ed. italiana: 2005
  • L'Europa cosmopolita, ed. italiana: 2006
  • Potere e contro potere, nell'età globale ed. Italiana: Laterza. 2010.
  • Europa tedesca. La nuova geografia del potere, trad. it. di M. Sampaolo, Laterza (2013). ISBN 9788858107362

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 4997022 LCCN: n80128974

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie