UEFA Women's Cup 2001-2002

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La UEFA Women's Cup 2001-02 è la prima edizione del torneo europeo femminile di calcio per club UEFA Women's Cup, destinato alle formazioni vincitrici dei massimi campionati nazionali d'Europa.

Qualificazioni[modifica | modifica sorgente]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
FC Codru Chişinău Moldavia 18–0 Slovenia NK Ilirija 9–0 9–0

Fase a gironi[modifica | modifica sorgente]

Gruppo 1[modifica | modifica sorgente]

Squadra Pti G V N P GF GS DR
1. Norvegia Trondheims-Ørn S.K. 9 3 3 0 0 23 1 +22
2. Bielorussia F.C. Babruyshanka, Babrujsk 6 3 2 0 1 8 8 0
3. Belgio KSC Eendracht Aalst 3 3 1 0 2 5 15 -10
4. Islanda KR Reykjavík 0 3 0 0 3 4 16 -12
1ª giornata
Trondheims-Ørn SK 9–0 KR Reykjavík
FC Babruyshanka 4–1 KSC Eendracht Aalst
2ª giornata
Trondheims-Ørn SK 6–1 FC Babruyshanka
KR Reykjavík 3–4 KSC Eendracht Aalst
3ª giornata
KSC Eendracht Aalst 0–8 Trondheims-Ørn SK
KR Reykjavík 1–3 FC Babruyshanka

Gruppo 2[modifica | modifica sorgente]

Squadra Pti G V N P GF GS DR
1. Russia Ryazan 9 3 3 0 0 28 0 +28
2. Paesi Bassi V.V. Ter Leede, Sassenheim 6 3 2 0 1 9 4 +5
3. Grecia AO Kavala 3 3 1 0 2 2 20 -18
4. Slovacchia SKF Zilina 0 3 0 0 3 1 16 -15
1ª giornata
Ryazan WFC 4–0 VV Ter Leede
AO Kavala 2–1 SKF Zilina
2ª giornata
Ryazan WFC 11–0 AO Kavala
vv Ter Leede 1–0 SKF Zilina
3ª giornata
SKF Zilina 0–13 Ryazan WFC
VV Ter Leede 8–0 AO Kavala

Gruppo 3[modifica | modifica sorgente]

Squadra Pti G V N P GF GS DR
1. Svezia Umeå I.K. 9 3 3 0 0 10 0 +10
2. Cecoslovacchia A.C. Sparta Praha 6 3 2 0 1 8 1 +7
3. Ungheria 1. F.C. Auto-Trade Femina, Budapest 3 3 1 0 2 4 7 -3
4. Bulgaria L.F.C. Grand Hotel Varna 0 3 0 0 3 0 14 -14
1ª giornata
LFC Grand Hotel Varna 0–4 Auto-Trade Femina
Umeå IK 1–0 AC Sparta Praha
2ª giornata
AC Sparta Praha 1–0 Auto-Trade Femina
Umeå IK 3–0 LFC Grand Hotel Varna
3ª giornata
Auto-Trade Femina 0–6 Umeå IK
AC Sparta Praha 7–0 LFC Grand Hotel Varna

Gruppo 4[modifica | modifica sorgente]

Squadra Pti G V N P GF GS DR
1. Germania 1. FFC Frankfurt 9 3 3 0 0 24 0 +24
2. Spagna Levante UD 6 3 2 0 1 20 2 +18
3. Moldavia FC Codru Chisinau 3 3 1 0 2 10 8 +2
4. Armenia College Sports Club 0 3 0 0 3 0 44 -44
1ª giornata
1. FFC Frankfurt 1–0 Levante UD
FC Codru Chisinau 9–0 College Sports Club
2ª giornata
1. FFC Frankfurt 5–0 FC Codru Chisinau
Levante UD 17–0 College Sports Club
3ª giornata
College Sports Club 0–18 1. FFC Frankfurt
Levante UD 3–1 FC Codru Chisinau

Gruppo 5[modifica | modifica sorgente]

Squadra Pti G V N P GF GS DR
1. Finlandia H.J.K. Helsinki 9 3 3 0 0 14 1 +13
2. Italia S.S. Torres Terra Sarda 6 3 2 0 1 10 2 +8
3. Isole Fær Øer K.Í., Klaksvík 3 3 1 0 2 2 9 -7
4. Austria U.S.C. Country House 0 3 0 0 3 1 15 -14
1ª giornata
SS Torres Terra Sarda 1–2 HJK Helsinki
USC Country House 1–2 KÍ Klaksvík
2ª giornata
SS Torres Terra Sarda 5–0 USC Country House
HJK Helsinki 4–0 KÍ Klaksvík
3ª giornata
KÍ Klaksvík 0–4 SS Torres Terra Sarda
HJK Helsinki 8–0 USC Country House

Gruppo 6[modifica | modifica sorgente]

Squadra Pti G V N P GF GS DR
1. Danimarca Odense B.K. 9 3 3 0 0 19 1 +18
2. Jugoslavia Ž.F.K. Mašinac PZP Classic Niš 6 3 2 0 1 19 4 +15
3. Portogallo Gatões F.C. 3 3 1 0 2 9 10 -1
4. Lussemburgo F.C. Progrès Niedercorn 0 3 0 0 3 0 32 -32
1ª giornata
Odense BK 3–0 Gatões FC
FC Progrès Niedercorn 0–11 ŽFK Masinac-Classic
2ª giornata
Odense BK 13–0 FC Progrès Niedercorn
Gatões FC 1–7 ŽFK Masinac-Classic
3ª giornata
ŽFK Masinac-Classic 1–3 Odense BK
Gatões FC 8–0 FC Progrès Niedercorn

Gruppo 7[modifica | modifica sorgente]

Squadra Pti G V N P GF GS DR
1. Francia Toulouse F.C. 7 3 2 1 0 9 2 +7
2. Ucraina F.C. Lehenda-Cheksil Černihiv 4 3 1 1 1 4 4 0
3. Scozia Ayr United 3 3 0 3 0 6 6 0
4. Croazia Ž.N.K. Osijek 1 3 0 1 2 5 12 -7
1ª giornata
Toulouse FC 1–0 Lehenda-Cheksil
NK Osijek 3–3 Ayr United
2ª giornata
Toulouse FC 6–0 NK Osijek
Lehenda-Cheksil 1–1 Ayr United
3ª giornata
Ayr United 2–2 Toulouse FC
Lehenda-Cheksil 3–2 NK Osijek

Gruppo 8[modifica | modifica sorgente]

Squadra Pti G V N P GF GS DR
1. Inghilterra Arsenal Ladies F.C. 9 3 3 0 0 13 1 +12
2. Svizzera F.C. Bern 6 3 2 0 1 10 5 +5
3. Polonia K.Ś. A.Z.S. Wrocław 3 3 1 0 2 9 5 +4
4. Israele Hapoel Tel Aviv F.C. 0 3 0 0 3 0 21 -21
1ª giornata
Arsenal L.F.C. 4–0 FC Bern
Hapoel Tel Aviv 0–7 KS AZS Wroclaw
2ª giornata
Arsenal L.F.C. 7–0 Hapoel Tel Aviv
FC Bern 3–1 KS AZS Wroclaw
3ª giornata
KS AZS Wroclaw 1–2 Arsenal L.F.C.
FC Bern 7–0 Hapoel Tel Aviv

Quarti di Finale[modifica | modifica sorgente]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Arsenal Ladies Inghilterra 2–3 Francia Toulouse 1–1 1–2 (d.t.s.)
OB Odense Danimarca 1–5 Germania Frankfurt 0–3 1–2
Umeå Svezia 7–2 Russia Ryazan 4–1 3–1
Trondheims-Ørn Norvegia 2–3 Finlandia HJK 2–1 0–2

Andata[modifica | modifica sorgente]

16 marzo 2002 Arsenal Ladies Inghilterra 1 – 1 Francia Toulouse Borehamwood, London
Grant Segnato dopo 38 minuti 38’ Marcatori Rouquet Segnato dopo 78 minuti 78’


16 marzo 2002 Odense Danimarca 0 – 3 Germania Frankfurt Odense Atletikstadion, Odense
Marcatori Wunderlich Segnato dopo 22 minuti 22’
Prinz Segnato dopo 30 minuti 30’
Jones Segnato dopo 36 minuti 36’


17 marzo 2002 Umeå Svezia 4 – 1 Russia Ryazan Sandåkerns IP, Umeå (1.957 spett.)
Ljungberg Segnato dopo 45 minuti 45’ Segnato dopo 81 minuti 81’
Moström Segnato dopo 77 minuti 77’ (pen.)
Runesson Segnato dopo 80 minuti 80’
Marcatori Zinchenko Segnato dopo 29 minuti 29’


16 marzo 2002 Trondheims-Ørn Norvegia 2 – 1 Finlandia HJK Abrahallen, Trondheim (489 spett.)
Arbitro: Wendy Toms (Inghilterra)
Valkonen Segnato dopo 7 minuti 7’ (o.g.)
Sandaune Segnato dopo 24 minuti 24’
Marcatori Sarapää Segnato dopo 50 minuti 50’


Ritorno[modifica | modifica sorgente]

30 marzo 2002 Toulouse Francia 2 – 1 (d.t.s.) Inghilterra Arsenal Stade des Sept-Deniers, Tolosa (3.628 spett.)
Briche Segnato dopo 85 minuti 85’
Kramo Segnato dopo 115 minuti 115’
Marcatori Maggs Segnato dopo 90 minuti 90’


31 marzo 2002 Frankfurt Germania 2 – 1 Danimarca Odense Stadion am Brentanobad, Francoforte sul Meno (2.700 spett.)
Arbitro: Nicole Petignat (Svizzera)
Lingor Segnato dopo 52 minuti 52’ Segnato dopo 67 minuti 67’ (pen.) Marcatori Pedersen Segnato dopo 21 minuti 21’


28 marzo 2002 Ryazan Russia 1 – 3 Svezia Umeå Albena, (Bulgaria)
Poustovoitova Segnato dopo 70 minuti 70’ Marcatori Ljungberg Segnato dopo 5 minuti 5’ Segnato dopo 37 minuti 37’
Runesson Segnato dopo 73 minuti 73’


28 marzo 2002 HJK Finlandia 2 – 0 Norvegia Trondheims-Ørn Tali Hall, Helsinki (780 spett.)
Arbitro: Christine Frai (Germania)
Kalmari Segnato dopo 43 minuti 43’ Segnato dopo 79 minuti 79’ Marcatori


Semifinali[modifica | modifica sorgente]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Toulouse Francia 1–2 Germania Frankfurt 1–2 0–0
Umeå Svezia 3–1 Finlandia HJK 2–1 1–0

Andata[modifica | modifica sorgente]

14 aprile 2002 Toulouse Francia 1 – 2 Germania Frankfurt Stade des Sept-Deniers, Tolosa (3.500 spett.)
Rouquet Segnato dopo 8 minuti 8’ Marcatori Meier Segnato dopo 32 minuti 32’
Jones Segnato dopo 60 minuti 60’


14 aprile 2002 Umeå Svezia 2 – 1 Finlandia HJK Sandåkerns IP, Umeå (5.722 spett.)
Ljungberg Segnato dopo 47 minuti 47’
Kapstad Segnato dopo 68 minuti 68’
Marcatori Kalmari Segnato dopo 28 minuti 28’


Ritorno[modifica | modifica sorgente]

28 aprile 2002 Frankfurt Germania 0 – 0 Francia Toulouse Stadion am Brentanobad, Francoforte sul Meno (3.700 spett.)


27 aprile 2002 HJK Finlandia 0 – 1 Svezia Umeå Finnair Stadium, Helsinki (930 spett.)
Arbitro: Nicole Petignat (Svizzera)
Marcatori Ljungberg Segnato dopo 9 minuti 9’


Finale[modifica | modifica sorgente]

Squadra #1 Risultato Squadra #2
Frankfurt Germania 2–0 Svezia Umeå


23 maggio 2002, ore 18:00 CET Frankfurt Germania 2 – 0
referto
Svezia Umeå Waldstadion, Francoforte sul Meno (12.106 spett.)
Arbitro: Katriina Elovirta (Finlandia)
Jones Segnato dopo 68 minuti 68’
Prinz Segnato dopo 89 minuti 89’
Marcatori


UEFA Women's Cup
Campioni 2001-02
Flag of Germany.svg
1. FFC Frankfurt
Primo Titolo

Classifica marcatori[modifica | modifica sorgente]

Pos. Calciatrice Squadra Gol
1 Germania Steffi Jones Frankfurt 9
2 Finlandia Laura Kalmari HJK 8
Danimarca Merete Pedersen Odense 8
Russia Natalia Barbachina Ryazan 8
Russia Olga Letiouchova Ryazan 8

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]