Tullia Magrini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tullia Magrini al 6º Meeting del Gruppo di Studio dell'ICTM Anthropology of Music in Mediterranean Cultures. Venezia, 10-12 giugno 2004

Tullia Magrini (Imola, 15 aprile 1950Bologna, 24 luglio 2005) è stata un'etnomusicologa e antropologa italiana.

Studi[modifica | modifica sorgente]

Professore associato di Antropologia della musica all'Università di Bologna, ha svolto ricerca sul campo in Italia, Grecia, Bali e Madagascar. È stata segretario generale della Società Italiana di Etnomusicologia (1982-86) e presidente del Comitato italiano dell' ICTM (dal 1986). Nel 1992 ha fondato il Gruppo di studio dell'ICTM "Anthropology of Music in Mediterranean Cultures" e ne è stata il presidente fino alla sua prematura scomparsa. Nel 1994 ha fondato il Web bulletin "Italian Ethnomusicology - ITEM"[1] che nel 1996 è confluito nella rivista multimediale Music and Anthropology.

Principali pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Forme della musica vocale e strumentale cretese (1981)[2]
  • Canti d'amore e di sdegno: Funzioni e dinamiche psichiche della cultura orale (1986)[2]
  • Il Maggio drammatico: Una tradizione di teatro in musica (1992)[2]
  • Antropologia della musica e culture mediterranee (1993)[2]
  • Uomini e suoni: Prospettive antropologiche nella ricerca musicale (1995)[2]
  • Contributi per The World of Music, Yearbook for Traditional Music, Ethnomusicology Online, MGG, Ethnomusicology" e The New Grove Dictionary of Music and Musicians[2]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Philip V. Bohlman, Marcello Sorce Keller, e Loris Azzaroni (eds.), Musical Anthropology of the Mediterranean: Interpretation, Performance, Identity, Bologna, Edizioni Clueb – Cooperativa Libraria Universitaria Editrice, 2009.
  • Marcello Sorce Keller, “Encomium. Tullia Magrini (1950–2005) – Her Scholarly Profile, Her Position in Italian Ethnomusicology”, in Philip V. Bohlman, Marcello Sorce Keller, and Loris Azzaroni (eds.), Musical Anthropology of the Mediterranean: Interpretation, Performance, Identity, Bologna, Edizioni Clueb – Cooperativa Libraria Universitaria Editrice, 2009, pp. 19-28.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Francesco Susi, 1999
  2. ^ a b c d e f Pubblicazioni di Tullia Magrini.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 59244774