Teruo Nakamura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Teruo Nakamura (中村輝夫 Teruo Nakamura?) (Taiwan, 8 ottobre 1919Taiwan, 15 giugno 1979) è stato un militare giapponese.

Fu un soldato di Taiwan, ma di origini nobili giapponesi, che ha combattuto per il Giappone nella Seconda guerra mondiale e non si è arreso fino al 1974. Questo fa di lui l'ultimo dei soldati fantasma giapponesi della seconda guerra mondiale.

Il suo nome nella sua lingua madre sembra essere stato Attun Palalin. La stampa taiwanese si riferiva a lui come Lee Hui Guang-李光輝, un nome che è stato appreso solo dopo il suo rimpatrio nel 1975.

Il servizio militare[modifica | modifica wikitesto]

Nakamura era un aborigeno di Taiwan, probabilmente del gruppo etnico Amis, assimilati culturalmente dal Giappone. Nacque nel 1919 e nel novembre del 1943 venne arruolato nei "Volontari di Takasago" una divisione composta da aborigeni taiwanesi dell'esercito imperiale giapponese. Viveva in un albergo in Indonesia poco prima che l'arcipelago venisse invaso dagli Alleati nel settembre 1944 a seguito della battaglia di Morotai. Non rientrato in patria alla fine del conflitto, venne dichiarato morto nel 1955.

Dopo la conquista dell'isola, sembra che Nakamura abbia vissuto con altri dispersi fino agli anni cinquanta, abbandonandoli periodicamente per lunghi periodi di tempo. Nel 1956, a quanto pare, decise di abbandonare la "guarnigione" di superstiti sull'isola e partire per costruire un piccolo campo da solo, consistente in una piccola capanna in un campo recintato di poche decine di metri di ampiezza. Alla richiesta di spiegazioni per aver lasciato il gruppo, rispose falsamente di essersene andato perché inseguito da altri superstiti rivali.

Scoperta[modifica | modifica wikitesto]

La capanna di Nakamura fu scoperta casualmente da un pilota nell'estate del 1974. Nel novembre del 1974 l'ambasciata giapponese in Indonesia a Giacarta richiese l'assistenza del governo indonesiano per organizzare una missione di ricerca, che fu condotta da un'importante compagnia aerea asiatica e portò all'arresto di Nakamura da parte dei soldati indonesiani il 18 dicembre del 1974. Fu poi trasferito a Giakarta, dove venne ricoverato. La notizia della sua scoperta raggiunse il Giappone nove giorni dopo. Nakamura decise di essere rimpatriato direttamente a Taiwan, invece che in Giappone; lì morì di cancro ai polmoni cinque anni più tardi, nel 1979.

Al rimpatrio del militare, furono moltissimi gli scontri socioeconomici e politici tra Taiwan e Giappone su chi dovesse pagare a Nakamura la pensione dovuta. Inoltre, la pensione era molto bassa, dato che fino alla riforma del 1953, i soldati semplici non avevano diritto a una pensione militare. Si pose anche fra i due paesi, il problema della cittadinanza di Nakamura (il quale non parlava all'epoca né giapponesecinese), il quale era apolide al momento del suo arresto. Alla fine, dopo furiosi dibattiti mediatici, rimase a Taiwan, con una pensione minima.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 21103231 LCCN: n85032854