Tawfiq Al Hakim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Tawfiq Al Hakim (in in arabo: توفيق الحكيم; Alessandria d'Egitto, 9 ottobre 1898Il Cairo, 26 luglio 1987) è stato uno scrittore egiziano. Figlio di un giudice, è autore di circa cinquanta tra commedie e drammi, fantastici o realistici, a sfondo politico-sociale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1925, su iniziativa del padre, studia legge a Parigi per tre anni. Lasciati gli studi si dedica alla letteratura contemporanea e al teatro francese.

Dal 1934 si trasferisce al Cairo e assume ruoli istituzionali prima come direttore del dipartimento investigativo al Ministero dell'istruzione e più tardi al Ministero degli affari sociali 1939.

Nel 1951 assume il ruolo di direttore generale della Biblioteca Nazionale egiziana.

Nel 1956 assume un ruolo al Concilio Supremo per le Arti e le Lettere e rappresentante permanente dell'UNESCO a Parigi.

Hakim e la letteratura araba[modifica | modifica wikitesto]

Tawfiq Al Hakim è considerato una delle principali figure della moderna letteratura araba. In particolare nel teatro, dove ha svolto un ruolo globale come unico fondatore di tutta una tradizione letteraria. Le sue lotte, in nome del dramma arabo come genere letterario, le sue tecniche e la sua lingua, coincidono con il raggiungimento di un ruolo centrale nella vita politica e sociale contemporanea egiziana.

I trionfi e fallimenti, rappresentati dalla sua enorme produzione letteraria, sono emblematici dei problemi che ha di fronte il dramma egiziano nell'adeguare la sua complessa comunicazione alla società egiziana.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • The People of the Cave, 1933
  • Sharazad, 1934
  • Muhammad the Prophet, 1936
  • Pygmalion, 1942
  • Solomon the Wise, 1943
  • Boss Kudrez's Building, 1948
  • King Oedipus, 1949
  • Soft Hands, 1954
  • Isis, 1955
  • The Deal, 1956
  • The Sultan's Dilemma, 1960
  • The Tree Climber, 1966
  • The Fate of a Cockroach, 1966
  • Anxiety Bank, 1967
  • The Return of Consciousness, 1974

Traduzioni in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 96957527