Taniwhasaurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Taniwhasaurus
Stato di conservazione: Fossile
Taniwhasaurus.jpg
Ricostruzione di Taniwhasaurus oweni
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Ordine Squamata
Sottordine Lacertilia
Famiglia Mosasauridae
Genere Taniwhasaurus
Specie
  • T. oweni
  • T. antarcticus
  • T. mikasaensis

Il taniwhasauro (gen. Taniwhasaurus) è un rettile marino estinto, appartenente ai mosasauri. Visse nel Cretaceo superiore (Campaniano/Maastrichtiano, circa 75-65 milioni di anni fa). I suoi resti fossili sono stati ritrovati in Nuova Zelanda, Giappone e Antartide.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo rettile marino, come tutti i mosasauri, possedeva un corpo allungato e arti trasformati in strutture simili a pinne. Il cranio, di forma triangolare, era appuntito e formava un rostro, la cui estremità era priva di denti (come in Tylosaurus).

Di Taniwhasaurus si conoscono varie specie. La specie tipo, T. oweni, è stata ritrovata in Nuova Zelanda e si basa su vari resti fossili incompleti, tra cui un cranio ben conservato (designato come lectotipo) lungo una cinquantina di centimetri, che fa supporre una lunghezza dell'esemplare completo intorno ai sei metri. I denti pterigoidi erano molto piccoli, mentre quelli della mascella possedevano un margine tagliente. A questa specie è stato attribuito anche un altro cranio incompleto rinvenuto nella stessa zona (originariamente noto come Tylosaurus haumuriensis), che dovrebbe aver superato il metro di lunghezza; la taglia di questo esemplare dovrebbe essere stata di oltre dodici metri.

Cranio di Taniwhasaurus antarcticus

La specie T. antarcticus è stata ritrovata in Antartide e originariamente era stata attribuita a un genere a sé stante, Lakumasaurus. Il cranio mostra nette somiglianze con T. oweni, ma è di dimensioni decisamente minori. In Giappone, infine, è conosciuta T. mikasaensis, precedentemente attribuita a un dinosauro teropode simile a Tyrannosaurus; anche in questo caso, la specie nota per frammenti di mascelle e denti è stata riconosciuta appartenere al genere Taniwhasaurus sulla base di somiglianze dei denti.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

I fossili di questo rettile marino vennero trovati per la prima volta in Nuova Zelanda (Haumuri Bluff, Isola del Nord) in strati del Campaniano, e descritti da Hector nel 1874. Una revisione dei fossili (Welles e Gregg, 1971) ha permesso di attribuire Taniwhasaurus oweni alla sottofamiglia di mosasauri nota come Tylosaurinae, comprendenti mosasauri dotati di un rostro sdentato alla sommità del muso (come Hainosaurus e Tylosaurus).

Disegno dei fossili di Taniwhasaurus oweni

I fossili antartici, ritrovati nella formazione Santa Marta sull'isola di James Ross, vennero descritti nel 2002 sotto il nome di Lakumasaurus antarcticus (Novas et al.), ma un nuovo studio comparativo (Martin e Fernandez, 2007) attribuì questa specie a Taniwhasaurus. La forma giapponese, invece, venne scoperta negli anni '70 e denominata informalmente "Yezosaurus mikasaensis"; inizialmente attribuita a un dinosauro teropode e poi a un ittiosauro, solo nel 2008 fu descritta formalmente come una nuova specie di Taniwhasaurus (Caldwell et al., 2008).

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome generico Taniwhasaurus deriva dalla parola Maori taniwha, che sta ad indicare un mostro marino della cultura locale; l'epiteto specifico, oweni, è in onore di sir Richard Owen, che per primo studiò i rettili marini della Nuova Zelanda.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Welles, S. P., and Gregg, D. R., 1971, Late Cretaceous Marine Reptiles of New Zealand: Records of the Canterbury Museum, v. 9, n. 1, p. 1-111.
  • Novas, F. E., Fernandez, M., Gasparini, Z. B. de, Lirio, J. M., Nunez, H. J., and Puerta, P., 2002, Lakumasaurus antarcticus, n. gen. et. sp., a new mosasaur (Reptilia, Squamata) from the Upper Cretaceous of Antartica: Ameghiniana, v. 39, n. 2, p. 245-249.
  • Martin, J.E.; Fernández, M. (2007). "The synonymy of the Late Cretaceous mosasaur (Squamata) genus Lakumasaurus from Antarctica with Taniwhasaurus from New Zealand and its bearing upon faunal similarity within the Weddellian Province". Geological Journal 42 (2): 203–211. doi:10.1002/gj.1066.
  • Caldwell MW, Konishi T, Obata I, Muramoto K. 2008. New species of Taniwhasaurus (Mosasauridae, Tylosaurinae) from the upper Santonian-lower Campanian (Upper Cretaceous) of Hokkaido, Japan. Journal of Vertebrate Paleontology 28 (2): 339-348.