Sunnyodon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sunnyodon
Immagine di Sunnyodon mancante
Stato di conservazione
Status none EX.svg
Estinto Cretaceo inferiore
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
(clade) Mammaliaformes
Classe  ?Mammalia
Superordine Allotheria
Ordine Multituberculata
Sottordine Plagiaulacida
Famiglia Paulchoffatiidae
Sottofamiglia Paulchoffatiinae
Genere Sunnyodon
Nomenclatura binomiale
Sunnyodon
Kielan-Jaworowska & Ensom, 1992
Specie

S. notleyi

Sunnyodon è un genere di piccoli mammiferi estinti vissuti nel Cretaceo inferiore. Furono tra i membri più basali nell'ordine anch'esso estinto dei Multituberculata. Vissero nel sud dell'Inghilterra durante l'età dei Dinosauri. Sunnyodon è compreso nel sottordine dei "Plagiaulacida" e nella sottofamiglia Paulchoffatiinae (famiglia Paulchoffatiidae). Il suo nome [(dente soleggiato) dalla fattoria Sunnydown vicino al luogo di ritrovamento] gli venne dato da Z. Kielan-Jaworowska e P.C. Ensom nel 1992 basandosi su una singola specie.

I resti fossili della specie Sunnyodon notleyi furono scoperti negli strati della formazione geologica Purbeck a Durlston Bay, nel Dorset, Inghilterra, e consistenti in alcuni denti. Secondo P.C. Ensom, questa Formazione è ascrivibile al primo Cretaceo inferiore.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Sottoclasse †Allotheria Marsh, 1880

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Kielan-Jaworowska & Ensom (1992), "Multituberculate Mammals from the Upper Jurassic Purbeck Limestone Formation of southern England", Paleontology, 35, p. 95-126.
  • Kielan-Jaworowska, Z. & Hurum, J.H. (2001), "Phylogeny and Systematics of multituberculate mammals", Paleontology 44, p. 389-429.
  • Zofia Kielan-Jaworowska, Richard L. Cifelli, Zhe-Xi Luo (2005). "Mammals from the age of dinosaurs : origins, evolution, and structure" p. 260-349. ISBN 0-231-11918-6