Sonata per pianoforte n. 10 (Mozart)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sonata per pianoforte n. 10
Compositore Wolfgang Amadeus Mozart
Tonalità Do maggiore
Tipo di composizione Sonata
Numero d'opera K 330
Epoca di composizione forse 4-20 luglio 1778; oppure 1783 o 1784
Durata media 18 minuti
Organico

pianoforte

Movimenti
  • Allegro moderato
  • Andante cantabile
  • Allegretto

La sonata per pianoforte n. 10 in Do maggiore K 330 è un'opera pianistica di Wolfgang Amadeus Mozart.

La data della sua composizione è incerta; datata da Köchel e da Alfred Einstein (assieme alle successive sonate K 331, K 332 e K 333) al 1778, in seguito il musicologo Alan Tyson, mediante un'analisi della carta dei manoscritti, ha proposto la datazione di tutte queste quattro sonate al periodo 1783 o 1784[1].

Si segnala per la leggerezza e la semplicità un po' convenzionale della partitura, probabilmente destinata a pianisti di modeste capacità (Hermann Abert ipotizza che fosse stata composta per un allievo).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Piero Rattalino, Storia del pianoforte, Il Saggiatore, Milano 2008 (ISBN 978-88-565-0015-8), pag. 48.
musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica