Sindrome dello stretto toracico superiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Sindrome dello stretto toracico superiore
Wikipedia medical illustration thoracic outlet syndrome brachial plexus anatomy with labels.jpg
Posizione del plesso brachiale e dei vasi succlavi, compressi nella sindrome.
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 353.0
ICD-10 (EN) G54.0

La sindrome dello stretto toracico superiore (in inglese semplicemente thoracic outlet syndrome, sindrome dell'outlet toracico o TOS) è un quadro patologico da compressione neurovascolare a carico della radice degli arti superiori.

Cenni anatomici[modifica | modifica wikitesto]

Gli arti superiori sono innervati dal plesso brachiale e vascolarizzati dalle arterie succlavie che si trova appunto a questo livello. Tale fascio vascolonervoso può essere compresso nel suo decorso in tre punti, ognuno sostenuto da una causa ben precisa o comunque frequente: in direzione prossimo-distale si individua il triangolo interscalenico (sindrome dello scaleno), lo spazio sottoclavicolare o costo-clavicolare (sindrome della costa cervicale) e lo spazio subcoracoide, sotto al muscolo piccolo pettorale (sindrome da iperabduzione).

L'anatomia è così posta:

  • Il triangolo scalenico è costituito anteriormente dal muscolo scaleno anteriore, dallo scaleno mediale posteriormente e dalla faccia mediale della prima costa inferiormente.
  • Il triangolo costoclavicolare è costituito anteriormente dal terzo medio della clavicola, posteromedialmente dalla prima costa e posterolateralmente dal profilo superiore della scapola.
  • Il passaggio infracoracoideo è delimitato dal processo coracoide dal tendine del piccolo pettorale.

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

Quest'area può essere eccessivamente stretta o diventarlo durante certe manovre provocative o esserlo per la presenza di strutture anomale come bande fibrose, coste cervicali, muscoli anomali o ipertrofici. Ripetuti traumi a livello delle radicole C8-T1 possono simulare il quadro e giocarvi un ruolo patogenetico.

Clinica[modifica | modifica wikitesto]

Segni e sintomi[modifica | modifica wikitesto]

I sintomi sono spesso esacerbati o causati dall'abduzione delle braccia. Dal lato neurologico abbiamo dolore, intorpidimento, parestesie, e/o senso di debolezza, mentre sintomi di tipo vascolare sono dolore, perdita di polso arterioso, arto freddo e pallore.

Esami di laboratorio e strumentali[modifica | modifica wikitesto]

La diagnosi è clinica, ma può essere supportata dall'ecografia Doppler o da esami radiologici come l'angiografia sotto carico. Anche la semplice radiografia del torace può individuare anormalità ossee.

Trattamento[modifica | modifica wikitesto]

Il trattamento prevede mantenimento di un INR di 2-3 per ridurre la possibilità di occlusione trombotica.

L'intervento chirurgico invece riguarda la scalenectomia, la resezione della costa cervicale o della prima costa.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina