Simeone il nuovo teologo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Simeone il nuovo teologo
SYMEON-icon.jpg

Abate

Venerato da Tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi
Ricorrenza 12 marzo

Simeone (Galazia, 949Regione del Mar di Marmara, 1022) è venerato come santo dalla Chiesa cristiana ortodossa che gli ha attribuito, come a Giovanni evangelista e a Gregorio Nazianzeno, l'epiteto di "teologo".

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato in Galazia e formatosi a Costantinopoli, divenne abate presso il monastero di San Mamas.

Simeone fu un poeta che incarnò la tradizione mistica. Scrisse che gli uomini possono fare esperienza diretta di Dio. I suoi lavori influenzarono la controversia esicastica del XIV secolo.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Hilarion Alfeyev, St Symeon the New Theologian and Orthodox Tradition, 2000, Oxford U. Press, ISBN 0-19-827009-7
  • Renato D'Antiga, La visione della luce (testi scelti di Simeone il Nuovo Teologo), ed. Messaggero, Padova 1994

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 59877333 LCCN: n81119244