Senza orario senza bandiera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Senza orario senza bandiera
Artista New Trolls
Tipo album Studio
Pubblicazione 1968
Durata 28 min : 31 s
Dischi 1
Tracce 10
Genere Pop
Rock progressivo
Etichetta Fonit-Cetra
Registrazione 23 ottobre 1968
New Trolls - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1970)

Senza orario senza bandiera (1968) è il primo album dei New Trolls, e fa seguito ad alcuni 45 giri pubblicati l'anno precedente e nei primi mesi del 1968.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Le poesie di Riccardo Mannerini e gli intermezzi musicali che uniscono le varie canzoni, rendono il lavoro un vero e proprio concept album. Gli occhi del poeta hanno visto, indagato il mondo. Un disco nato intorno ad un'idea, una su tutte la lirica di Irish. Signore io sono Irish contiene una caratteristica saliente del pensiero di Riccardo Mannerini: la ragione come unico approccio dell'uomo all'indagine del mondo, la ragione che non lascia spazio alcuno ad una fede, agognata ma repressa dalla ragione stessa, unico vero strumento.

« Era lui Irish. Riccardo amava farsi chiamare così.
"E la bicicletta?"
Lo spiegò un giorno a nostro figlio Ugo: la bicicletta è la fede»
(Rita Serando, moglie di Riccardo Mannerini)

I testi di Riccardo Mannerini passano attraverso le mani di Fabrizio De André che, come un mosaicista, parole testuali di De André, li assembla ingabbiandoli nella metrica; questo discorso non vale per i testi di Susy Forrester, scritto dal solo De André, di Padre O' Brien, scritta dal cantautore genovese in collaborazione con Rosario Leva, e di Al bar dell'angolo di Giorgio D'Adamo.
Le musiche sono tutte di Nico Di Palo e Vittorio De Scalzi, tranne Signore io sono Irish scritta da Gian Piero Reverberi, che collabora con i New Trolls agli arrangiamenti, è l'autore dei brevi intermezzi strumentali che collegano le canzoni ed è anche il produttore del disco (insieme a De André), e Vorrei comprare una strada, scritta da Reverberi con De André, De Scalzi e Di Palo.
Particolarmente apprezzabili due brani: la sognante Vorrei comprare una strada e l'antimilitarista Ti ricordi, Joe?, dialogo tra due marines reduci di guerra.
Le testuali parole di un Fabrizio De André ventottenne le troviamo in cineteca RAI: una giovanissima Enza Sampò intervista il cantautore, che racconta come è nato il progetto, i cui attori sono i New Trolls, Mannerini, e lui stesso in veste di arrangiatore. La ristampa in cd del 2012, ad opera dell'etichetta BTF, contiene note di copertina scritte da Daniele Nuti.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

LATO A

  1. Ho veduto (De André - Mannerini - Di Palo - De Scalzi)
  2. Vorrei comprare una strada (De André - Mannerini - Di Palo - De Scalzi)
  3. Signore, io sono Irish (De André - Mannerini - Reverberi)
  4. Susy Forrester (De André - Di Palo - De Scalzi)
  5. Al bar dell'angolo (D'Adamo - Di Palo - De Scalzi)

LATO B

  1. Duemila (De André - Mannerini - Di Palo - De Scalzi)
  2. Ti ricordi, Joe? (De André - Mannerini - Di Palo - De Scalzi)
  3. Padre O'Brien (De André - Reverberi - Leva - Di Palo - De Scalzi - Reverberi)
  4. Tom Flaherty (De André - Mannerini - Di Palo - De Scalzi)
  5. Andrò ancora (De André - Mannerini - Di Palo - De Scalzi)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo