Sebastiano Mazzoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sebastiano Mazzoni (Firenze, 1611Venezia, 22 aprile 1678) è stato un pittore italiano, è stato uno dei più prolifici artisti della pittura veneziana del Seicento.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Arrivò a Venezia nel 1648 dopo un'educazione fiorentina sulla scia dei pittori riformati, anche se la cultura accademica dei suoi concittadini mal si adattava al suo temperamento estroso ed insofferente.

E isolata resta anche la sua pittura nell'ambiente che lo accolse. Dipinge stendendo il colore in velature sottili, ottenendo straordinari effetti di trasparenza che sembrano anticipare finezze tipiche del Settecento, e tutte le sue composizioni sono dominate da un movimento e da una tensione incalzanti.

La sua personalità, sprofondata nell'assoluta dimenticanza per oltre due secoli, è stata solo recentemente riscoperta e rivalutata, occupando un posto preminente nel panorama piuttosto desolante della pittura veneziana in quel periodo.