Saurolophus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Saurolophus
Stato di conservazione: Fossile
Saurolophus debivort.png
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Archosauria
Superordine Dinosauria
Ordine Ornithischia
Sottordine Ornithopoda
Famiglia Hadrosauridae
Genere Saurolophus
Specie
  • Saurolophus osborni
  • Saurolophus angustirostris

Il saurolofo (gen. Saurolophus) era un dinosauro erbivoro vissuto nel Cretacico superiore in Asia e Nordamerica.

Un corno proiettato all'indietro[modifica | modifica sorgente]

Questo dinosauro è un classico appartenente alla famiglia degli adrosauridi, i grandi dinosauri a becco d'anatra caratteristici della parte terminale del Cretaceo. Le caratteristiche sono simili a quelle degli altri adrosauridi, e difatti era dotato di possenti zampe posteriori allungate e di un corpo piuttosto massiccio percorso lungo tutta la lunghezza del dorso da una bassa "vela" formata dall'allungamento delle vertebre. La caratteristica principale del saurolofo, però, permetteva di distinguerlo da qualsiasi altro adrosauro: questo animale, infatti, era dotato di una sorta di corno proiettato all'indietro, nella parte posteriore del cranio.

Il corno era costituito da osso pieno, al contrario della struttura dell'apparentemente simile Parasaurolophus, ed era una diretta estensione delle ossa nasali. La struttura ha indotto alcuni paleontologi a ritenere che esistesse una massa di tessuto proprio al di sopra della regione delle narici, che poteva essere "gonfiata" per produrre suoni, forse simili a muggiti particolarmente potenti. La cresta poteva agire come supporto di questo "sacco", e ne ampliava la superficie e l'efficienza. In realtà non vi è alcuna prova di una tale struttura, ma dal momento che con ogni probabilità questi adrosauri vivevano in branchi, la capacità di emettere un particolare tipo di suoni molto potenti potrebbe essere stato un validissimo mezzo di comunicazione intraspecifica, anche su grandi distanze.

Due specie in due continenti[modifica | modifica sorgente]

Il saurolofo è stato descritto per la prima volta nel 1912 da Barnum Brown in Alberta (Canada) con la specie S. osborni. Molti anni dopo, nel 1952, Rozhdestvensky rinvenne una specie simile dall'altra parte del mondo, in Mongolia, è la chiamò S. angustirostris (per il fatto che il corno era più allungato rispetto alla specie nordamericana). Questa è un'ulteriore prova che nel Cretaceo superiore Asia e Nordamerica erano collegate e vi era un interscambio faunistico notevole. Alcuni paleontologi, attualmente, ritengono tuttavia che le due specie di saurolofo appartengano a due generi distinti, anche se strettamente imparentati. Altri ritengono che S. angustirostris sia addirittura conspecifico con S. osborni.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

dinosauri Portale Dinosauri: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di dinosauri