Rino Di Fraia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rino Di Fraia
Rino Di Fraia-Rapallo Ruentes (1951-1952).jpg
Con la maglia del Rapallo Ruentes nella stagione 1951-1952 del campionato di Serie C
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Carriera
Giovanili
Sestri Levante Sestri Levante
Squadre di club1
1951-1952 Rapallo Ruentes Rapallo Ruentes  ? (?)
1952-1953 Lazio Lazio 3 (0)
1953-1954 Carrarese Carrarese 25 (5)
1954-1958 Sambenedettese Sambenedettese 116 (27)
1958-1961 Piacenza Piacenza 96 (12)
1961-1962 Spezia Spezia 27 (1)
1962-1965 Lavagnese Lavagnese 56+ (?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Rino Di Fraia (Sestri Levante, 20 febbraio 1932Sestri Levante, 7 dicembre 2010) è stato un calciatore italiano.

È scomparso nel 2010 all'età di 78 anni a seguito di un intervento chirurgico al cuore[1]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Nasce come ala sinistra[2][3], tuttavia è stato spesso impiegato anche come mezzala sinistra[3][4]. Durante la sua militanza nel Piacenza e sul finire di carriera ha arretrato il suo raggio d'azione, giocando anche come mediano sinistro[5].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Cresciuto nel settore giovanile del Sestri Levante, nella stagione 1951-1952 esordisce in Serie C con la maglia del Rapallo[4]. Nel febbraio del 1952 sostiene un provino con la Lazio[3], e viene ingaggiato dalla formazione capitolina per la stagione 1952-1953. Esordisce in Serie A il 12 ottobre 1952 in Lazio-Napoli 2-1, e a fine stagione totalizza in tutto 3 presenze, tra cui quella nel derby contro la Roma del 22 marzo 1953. Viene inoltre impiegato nella formazione riserve, con cui vince il campionato[6].

Nel 1953 ridiscende in Serie C giocando per una stagione nella Carrarese, poi passa alla Sambenedettese[7] con cui disputa quattro campionati (di cui due di Serie B con 53 presenze e 4 reti). Nel 1958 viene acquistato dal Piacenza, neopromosso in Serie C[2]. Milita nella formazione emiliana per tre campionati di Serie C, con due salvezze e una retrocessione in Serie D, in seguito alla quale si trasferisce allo Spezia, nell'ottobre 1961[8][9]. Anche con la formazione spezzina retrocede in Serie D, giocando 27 partite con un gol[10], e mostrando un certo logorio fisico[9]; posto in lista condizionata[11], si trasferisce alla Lavagnese, militante in Serie D. Qui gioca le sue ultime tre stagioni prima del ritiro dal calcio giocato[12][13].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

  • Campionato Riserve: 1
Lazio: 1952-1953

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Da Il Secolo XIX, 9 dicembre 2010
  2. ^ a b Rosa 1958-1959 Storiapiacenza1919.it
  3. ^ a b c Oggi Roma-Sampdoria, L'Unità, 21 febbraio 1952, pag.4
  4. ^ a b Stagione 1951-1952 Sienaclubfedelissimi.it
  5. ^ Tabellino Piacenza-Livorno 2-2 - Stagione 1958-1959 Storiapiacenza1919.it
  6. ^ Campionato Riserve 1952-1953 Magliarossonera.com
  7. ^ Le liste di trasferimento 1954-55, Il Corriere dello Sport, 2 settembre 1954, pag.3
  8. ^ Acquisti e cessioni 1961-1962 Storiapiacenza1919.it
  9. ^ a b Liberi, op. cit., pp.236-237
  10. ^ Stagione 1961-1962 Cristianpietrini.com
  11. ^ Liberi, op. cit., p.249
  12. ^ Quarantadue calciatori piacentini hanno giocato in divisione nazionale, Libertà, 3 luglio 1963, pag.5
  13. ^ Trentasette piacentini ed ex biancorossi hanno giocato nei campionati nazionali, Libertà, 3 luglio 1964, pag.5

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]