Pteropus anetianus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Volpe volante bianca
Immagine di Pteropus anetianus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Megachiroptera
Famiglia Pteropodidae
Genere Pteropus
Specie P. anetianus
Nomenclatura binomiale
Pteropus anetianus
Gray, 1870
Areale

██ P.a. motalavae

██ P.a. banksiana

██ P.a. aorensis

██ P.a. eotinus

██ P.a. pastoris

██ P.a. bakeri

██ P.a. anetianus

La volpe volante bianca (Pteropus anetianus Gray, 1870) è un pipistrello appartenente alla famiglia degli Pteropodidi, endemico di Vanuatu.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di medie dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 146 e 229 mm, la lunghezza dell’avambraccio tra 114 e 136 mm, e un peso fino a 440 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è lunga, soffice e lanosa. Il colore del corpo varia notevolmente tra le sottospecie, dal color crema al marrone scuro. Le spalle variano dal giallo-brunastro al marrone scuro. In P.a. anetianus e P.a. aorensis è presente una banda trasversale biancastra tra il mantello ed il dorso. Il muso è relativamente corto ed affusolato, gli occhi sono grandi. Le orecchie sono corte, con l'estremità arrotondata e parzialmente nascoste nella pelliccia. La tibia è ricoperta densamente di peli. Le membrane alari sono attaccate lungo i fianchi del corpo. È privo di coda, mentre l'uropatagio è ridotto ad una sottile membrana lungo la parte interna degli arti inferiori. Il cranio presenta un rostro molto accorciato.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia in piccole e tranquille colonie sugli alberi. È prevalentemente diurna.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

È prevalentemente un consumatore di fiori, ma è stato visto nutrirsi anche di frutti del genere Ficus e Syzygium, insieme alla specie P.tonganus.[4]

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Le femmine probabilmente danno alla luce un solo piccolo alla volta tra agosto e settembre. I maschi diventano attivi sessualmente tra ottobre e gennaio.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

L'areale di questa specie è ristretto alle Isole Vanuatu. La specie si è probabilmente estinta sull'isola di Tanna.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

In accordo alla suddivisione del genere Pteropus effettuata da Andersen[5], P. anetianus è stato inserito nello P. samoensis species Group, insieme a P. samoensis stesso e P. coxi . Tale appartenenza si basa sulle caratteristiche di avere un ripiano basale nei premolari, il rostro del cranio accorciato e gli incisivi superiori di aspetto normale.

Sono state riconosciute 7 sottospecie:

Altre specie simpatriche dello stesso genere: P. tonganus e P. fundatus.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato la frammentazione del suo areale e la perdita continua del suo habitat, classifica P. anetianus come specie vulnerabile (VU).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Helgen, K. & Hamilton, S. 2008, Pteropus anetianus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Pteropus anetianus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Flannery, 1995, op. cit., p. 249
  4. ^ Micklenburgh & Al., 1992, op. cit.
  5. ^ Andersen, 1912, op. cit., p. 92

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi