Psilorhynchidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Psilorhynchidae
Psilorhynchus balitora.jpg

Psilorhynchus sucatio 2.jpg
Psilorhynchus balitora (in alto) e Psilorhynchus sucatio

Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Famiglia Psilorhynchidae

Gli Psilorhynchidae sono una famiglia di pesci ossei d'acqua dolce appartenenti all'ordine Cypriniformes. Comprende il solo genere Psilorhynchus.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Sono endemici dell'Asia meridionale, sul territorio di India, Nepal, Bangladesh e Birmania[1].

Popolano i ruscelli di montagna con acque veloci e fresche[1].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Sono tipici pesci di fondale, con ventre piatto, dorso leggermente arcuato e bocca infera. La bocca è piccola, le labbra sono carnose all'esterno, mentre all'interno sono dure e taglienti. Non ci sono barbigli. Le pinne pettorali sono abbastanza lunghe e sono dirette in basso[1].

Il colore è variabile, di solito poco vivace, brunastra o grigiastra con macchie più scure[1].

Sono pesci di dimensioni piccole, la specie più grande non raggiunge i 10 cm[1].

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutrono di alghe ed invertebrati[1].

Specie[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f Scheda da Fishbase. Vedi collegamenti esterni.
  2. ^ Lista delle specie da Fishbase. Vedi collegamenti esterni.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci