Processo Linde

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il processo Linde è un processo termodinamico industriale per liquefare l'aria basato sull'effetto Joule-Thomson. Il processo prende il nome dal suo inventore: Carl von Linde. È anche noto come processo Hampson–Linde.

Processo Linde semplice[modifica | modifica wikitesto]

Schema del processo Linde semplice e diagramma TS del processo, tratto da: Termodinámica aplicada, Publicaciones ETSIA-UPM, 2005.

L'aria è compressa fino a pressioni piuttosto elevate, ma circa a temperatura ambiente. Viene quindi raffreddato isobaricamente in uno scambiatore di calore rigenerativo ed espansa isoentalpicamente tramite una valvola di laminazione, l'aria si raffredda per effetto Joule-Thomson.

A questo punto viene inviata in un separatore dal quale la fase liquida è estratta, mentre la frazione di vapore è inviata allo scambiatore di calore per refrigerare il gas entrante e poi rimesso in ciclo.

Processo Linde a doppia espansione[modifica | modifica wikitesto]

Schema del processo Linde a doppia espansione, tratto da: Termodinámica aplicada, Publicaciones ETSIA-UPM, 2005.

Nella variante a doppio stadio l'aria è compressa a circa 200 atm ed espansa inizialmente a 30 atm. La razione liquefatta è espansa a pressione ambiente, quella gassosa è inviata allo scambiatore di calore per refrigerare il gas entrante e, in seguito, al compressore da dove rientra nel ciclo. Questa variante consente una resa maggiore.

Processo Fränkl-Linde[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Rigeneratore Frankl.

Il processo può essere reso più efficiente sostituendo gli scambiatori tubolari con rigeneratori Frankl e impiegando espansori a turbina. Tuttavia l'azoto e l'ossigeno che si ottengono dagli impianti Fränkl-Linde non sono particolarmente puri.

Processo Claude-Linde combinati[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Processo Claude.

Il processo Claude e il processo Linde si possono combinare realizzando impianti con un preraffreddamento secondo il processo Claude e un ulteriore raffreddamento con processo Linde.

Impianti di refrigerazione ausiliari[modifica | modifica wikitesto]

Il processo può essere migliorato aggiungendo un impianto di refrigerazione ausiliario per abbassare l'entalpia dell'aria in entrata allo scambiatore fornendo frigorie. Tipicamente vengono usati impianti ad ammoniaca per il loro costo contenuto.

Schema di processo Linde con impianto di refrigerazione ausiliario, tratto da: Termodinámica aplicada, Publicaciones ETSIA-UPM, 2005.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Italo Pasquon, Lezioni di chimica industriale Fascicolo I Aria liquida, azoto, ossigeno (argon), Milano, Tamburini Editore, 1965.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]