Pollyanna (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pollyanna
Titolo originale Pollyanna
Autore Eleanor Hodgman Porter
1ª ed. originale 1913
Genere romanzo
Sottogenere per ragazzi
Lingua originale inglese
Protagonisti Pollyanna
Coprotagonisti zia Polly

Pollyanna è un romanzo per bambini pubblicato dalla scrittrice statunitense Eleanor Hodgman Porter nel 1913.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Pollyanna, una bambina rimasta orfana di entrambi i genitori, viene affidata a sua zia Polly, nubile e arcigna, che da tempo aveva chiuso i rapporti con sua sorella (madre di Pollyanna) e che accetta di mantenerla solo per un inderogabile senso del dovere. La zia tratta fin dal suo arrivo con freddezza la piccola, che tuttavia non si scoraggia, grazie al gioco della felicità insegnatole dal padre.

Persino quando una gravissima sciagura si abbatte su Pollyanna, privandola dell’uso delle gambe, la bambina non si arrende e reagisce con ottimismo, fin quando non riacquista la capacità di camminare grazie all'intervento del dottor Chilton e di uno specialista.

Seguiti[modifica | modifica sorgente]

Il romanzo avrà un seguito ufficiale, Pollyanna cresce, e molti seguiti scritti da altri autori ma non autorizzati dalla Porter.

Teatro[modifica | modifica sorgente]

La commediografa Catherine Chisholm Cushing scrisse una versione teatrale del romanzo. La commedia, che aveva lo stesso titolo, andò in scena in prima a Broadway il 18 settembre 1916, interpretata da Patricia Collinge. L'attrice vestì i panni di Pollyanna per 112 recite.

Cinema e televisione[modifica | modifica sorgente]

Dal romanzo di E. H. Porter sono stati tratti due film:

Due serie TV e un TV-movie, inediti in Italia:

  • Pollyanna (1963)
  • The Adventures of Pollyanna (1982)
  • Pollyanna (2003)

Una serie di anime giapponesi, dal titolo Ai Shōjo Pollyanna Monogatari.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura